?

Log in

No account? Create an account
 
 
18 November 2009 @ 03:22 pm
Il bagno degli uomini  
Il bagno e' un luogo misterioso.
Nessuno conosce cosa si nasconde dietro i disegni di Nazca.
Nessuno conosce l'aspetto del bagno riservato all'altro sesso

Finalmente una serie di post che sveleranno tutti segreti nascosti nei bagni degli uomini.
Tutte le donne potranno finalmente sapere cosa si cela al di la' della porta contrassegnata dall'omino stilizzato.
Pronti? Via.
In bagno si va per rispondere a bisogni naturali.
Un corpo adulto e' composto per il 75% di acqua.
Quando questa percentuale sale e' necessario recarsi in bagno. Ma il bagno non risolve solo esigenze ed urgenze, il bagno e' molto di piu'.
Il bagno e' anche un luogo di incontro, il bagno unisce e separa. Prendiamo ad esempio in esame quelli che si trovano negli autogrill.

Se si va in bagno in compagnia spesso si sta vicini mentre si fa pipi' per continuare la conversazione.
Se si scelgono le cabine, si prediligono quelle attigue e non e' insolito proseguire la discussione anche se non c'e' il contatto visivo.
In altri casi ci rechiamo in bagno da soli e li' troviamo tanti sconosciuti.
Gli sguardi si lanciano furtivi, spesso con la complicita' dello specchio.
Se possibile non si sta vicini a nessuno e se c'e' troppa folla si sceglie di uscire con le mani bagnate piuttosto che attendere il turno per l'asciugamani elettrico.
Quando si e' soli, l'andare in bagno e' una attivita' sporca che va evasa
il prima possibile.

Nel bagno, a dire il vero nelle sue vicinanze, si incontra spesso la donna con il piattino pieno di spiccioli.
Tra i mestieri che non farei esso si colloca tra le prime cinque posizioni.
La poverina quando non e' intenta a pulire deve attendere.
Attesa che significa: "Sto seduta qui fuori mentre voi sporcate per bene cosicche' io possa ricominciare da capo".
E' vero che se e' fortunata alla fine della giornata con gli spiccioli raccolti puo' comprarsi un nuovo paio di guanti in lattice, ma non e' abbastanza.
Non lo e' neppure avere la consapevolezza di essere l'unica donna a conoscere cio' che si cela nel bagno degli uomini, anche perche' dopo questo post lo sapranno tutte.
Sulle piastrelle spesso ci sono veri e propri notiziari.
Nei bagni degli uomini ci sono decine e decine di numeri di telefono di donne assatanate che non vedono l'ora di conoscervi (siccome nessuna donna puo' entrare credo siano tutte amiche della donna delle pulizie, forse e' lei che scrive, ma per esserne certi ci vorrebbe una perizia calligrafica).

Nei bagni ci sono padri che sbraiatano verso i figli frasi a scopo profilattico: "Non toccare, allontanati, usa l'acqua calda, mettici tanto sapone, non sederti sulla tazza, non tirare la catena, per l'amor di DIO apri la porta usando i gomiti, hai trattenuto il respiro mentre eravamo dentro?"
e altri che colgono l'occasione per lamentarsi della moglie che ha rotto le palle con la musica di Tiziano Ferro e con la storia che non si puo' andare piu' dei centotrenta.

Ed ora ecco una foto del bagno degli uomini della National Gallery di Londra.
Donne di tutto il mondo lo avreste mai detto?
Ebbene si, questo e' un bagno degli uomini :-)

Tags: ,
 
 
Current Location: Bagno Asti Est
Current Music: ---
 
 
 
claudiaflorealpolla on November 18th, 2009 03:01 pm (UTC)
Mi spiace deluderti, ma io già sapevo.
Quando quello delle donne è troppo affollato entro sempre in quello degli uomini che è solitamente vuoto.
Ciò provoca spesso situazioni divertenti: il panico negli occhi delle altre donne che se la stanno per fare addosso ma che mai e poi mai avranno il coraggio di seguirmi, quelle che invece mi vengono dietro dicendo, se lo fa lei lo posso fare pure io, e poi c'è la situazione più divertente, l'uomo che entra e trova due donne e si immobilizza come Bambi sull'autostrada e prima sbianca e poi arrossisce e poi esce, guarda la targhetta allora rientra sentendosi comunque sempre colpevole poichè il suo habitat naturale è stato invaso.
Essì...
quando scappa, scappa!
mephrinamephrina on November 18th, 2009 04:02 pm (UTC)
Affascinante. Piuttosto diverso il bagno delle donne. Non in tutto, ma piu' intimista. Devo andare a fotografare il bagno con tv incorporata. Bacio
(Anonymous) on November 18th, 2009 07:24 pm (UTC)
Ho sempre invidiato il sistema, non già l’impianto, X.
Funzionale, nei limiti di norme igieniche self-made ma pur sempre valide dalla ruota in poi.
“X in bilico su mocassini con stringhe strette”, lo chiamerei.
Nonché, la condivisione.
Il lanciare - e lasciare, secondo certuni- un occhio al vicino in merito a taglia formato eventuale posizione.
Alle fontane capovolte, dette Y, questo è negato, se non si voglia condividere lo spazio ristretto d’un semi budello in assetto contorsionista.
Come succede a Florealpolla, usufruisco alla bisogna degli spazi X, contando sull’altrui stupore e mia finta maraviglia .
Altrove, lontano sette per sette leghe , X allenta il cordone che tiene stretto il pantalone floscio e s’accuccia a terra.
Fucsia-no-gattamorta, proCESSObreve