?

Log in

No account? Create an account
 
 
01 March 2011 @ 11:57 am
Un altro tentativo di recensione  
Il martedi' e' il giorno dei tentativi di recensione :-)
Il disco di oggi, e' di Andrew Bird, The Mysterious Production of Eggs






Un album tenue suonato sulla punta delle dita, il luogo piu' adatto per un suo ascolto e', durante una giornata nebbiosa sulla porta di casa. Solo appoggiati allo stipite della porta con il caldo del focolare che ci coccola la schiena e sulla faccia la carezza pungente del vento invernale, si puo' apprezzare al meglio il disco.
La musica di Bird e' formata da strumenti a corda, chitarre, violini, sitar, e dalla sua voce (che "Suggerisce" invece che "Imporsi" e dal suo fischiettio che a volte appare con la stessa dignita' di qualunque altro strumento.
I testi non banali, raccontano storie di disagio, una certa rassegnazione per la vita traspare in ogni brano.
Se Andrew Bird fosse un minestrone in scatola potrei dire che gli ingredienti sull'etichetta potrebbero essere:

Nick Drake (120 g.)
Divine Comedy (120 g.)
Jeff Buckley (tracce)
Brian Wilson (Quanto Basta)
Sting (Una punta)
Stan Ridgway (Una spolveratina)
Zucchero a velo
Succo di limone
Gesso

Mi piace perche' ad ogni ascolto ci sento qualcosa in piu', perche' si fa sentire e risentire, perche' a volte il mio umore e' proprio sulla porta di casa.
Prosit

PS Per capirci, ecco un video di un brano non facente parte di questo disco, se vi garba potete
andare quasi sul sicuro con tutto il resto.

Tags:
 
 
Current Location: Sulla porta di casa
Current Music: Andrew Bird - Imitosis
 
 
 
sig_ombrasig_ombra on March 1st, 2011 03:11 pm (UTC)
negli ingredienti anche un leggero leggero sapore di king of convenience (?)
bustonebustone on March 1st, 2011 03:14 pm (UTC)
Ciai ragione...
come lo fai tu il minestrone... ;)
josephine_marchjosephine_march on March 1st, 2011 04:00 pm (UTC)
Io lo comprerei gia' solo per il titolo e la copertina :)
I. BOSCOsottobosco on March 3rd, 2011 08:48 pm (UTC)
Un sound molto caldo e accogliente ^^