?

Log in

No account? Create an account
 
 
22 October 2012 @ 03:02 pm
Frullatori  
Dovrei comprare un frullatore perche' il vecchio e' deceduto da tempo.
Era quello un super frullatore capace di sminuzzare, cetrifugare, tagliare, miniaturizzare ogni sostanza.
Aveva duecentosei dischi intercambiabili che davano la possibilita' di tagliare la verdura in ogni forma e dimensione.
Potevo divertirmi a creare carote con il viso di Monnalisa o patate a forma di friggitrice.
Il capace bicchiere per il frullato aveva una capacita' di due galloni, poteva servire per tutto il fabbisogno liquido della sagra della banana frullata e si poteva lavare in lavastoviglie (purche' adeguata alle sue dimensioni).
Quando arrivo' la scatola che lo conteneva dovetti far allargare l'uscio.
Passai sette ore ad osservare ogni accessorio, il resto della settimana a leggere il libretto di istruzioni (un addetto mi avrebbe interrogato la settimana successiva).
Posato sul piano della cucina occupava il 75% dello spazio. Faceva sembrare l'ambiente una sorta di cappella votiva dove la statua del santo non aspettava che verdura da triturare e farina da impastare.

Fedele mi servi' per lunghi anni di ricette ed esperimenti finche' un giorno spiro'.
La sua anima sali' al cielo attraverso quel fumo grigio che si era levato dal motore.
Morto per sempre e con lui tutti gli accessori che erano come organi perfettamente efficenti ma appartenenti ad un corpo senza piu' il cuore.
Cosi' lo accompagnai per l'ultimo viaggio verso l'isola ecologica dove qualcosa trovo' collocazione nel container della plastica, qualcos'altro in quello dei piccoli elettrodomestici, qualcosa ancora nel cesto dei non classificati.

Comprare un altro personaggio di quel calibro non pareva possibile, vuoi per il costo, vuoi per lo spazio che si era ridotto (a casa mia non appena Un oggetto viene rimosso, tutti gli altri si allargano fino a far sparire lo spazio, quello che si chiama "Effetto divano davanti alla tv").

Rimasi a lungo senza robot da cucina.
E cosi' spremevo le arance con il martello, tagliavo le zucchine in forme avveniristiche con un banale coltello seghettato, mescolavo gli ingredienti della torta con una frusta inserita nel mandrino del trapano.

Un giorno un frullatore destinato alla casa di campagna venne in mio soccorso.
Perche' relegarlo lassu' quando ne avevo bisogno?
Era un modello base con le seguenti caratteristiche:

Tasto Acc e Spent

Con la stessa lama e nello stesso contenitore e sopratutto con la stessa velocita' provava a fare qualcosa.
Lo misi alla prova buttando, per cominciare, nel suo bicchiere una mezza patata bollita.
Pensai che la consistenza molle del tubero potesse andar bene per cominciare e magari proseguire con ingredienti piu' coriacei ma accadde qualcosa di straordinario.
La patata comincio' a correre nel tentativo di sfuggire alla lama...
Quella girava vorticosamente forte della sua monovelocita' e la patata, come se avesse avuto le gambe, la precedeva di qualche millimetro.
Non provai mai a sottoporre alle sue lame cibi piu' consistenti, mi basto' l'agghiacciante spettacolo di quella patata che pareva una povera donzella inseguita da un maniaco.
Non ho mai avuto modo di capire se la lama fosse affilata, di sicuro aveva un effetto intimidatorio che neppure il piu' feroce dobermann dal collare borchiato sarebbe mai riuscito a suscitare.

Va detto che non ebbi coraggio di mangiare la patata, la lasciai seccare sul davanzale dove ammirando il mare ha trovato una fine congrua alla sua eroica vita.

Pian piano, a furia di inseguimenti, anche il frullatore modello base si stanco' e decise che voleva essere sepolto all'isola ecologica nel container: "Piccoli elettrodomestici basilari".

E cosi' mentre nell'infinito mare di possibilita' cercavo il sostituto, mi sono imbattuto in questo che vanta 15 velocita' e numerosi accessori.
Lo avreste mai detto che insieme all'uncino per impasto, l'affettatrice, la frusta e l'accessorio per tritare c'e' anche il distruggidocumenti? (giuro)

Ora a cosa puo' mai servire un distruggidocumenti domestico?
Mi son risposto: serve per rendere irriconoscibili quelle richieste di offerte, a cui non ci sentiamo di rispondere (vuoi perche' sono troppe, vuoi perche' sembrano fasulle) ... cosi' tutti quelli che razzolano nella nostra spazzatura (appositi omini che per sapere i nostri gusti analizzano i nostri rifiuti) non ci considereranno degli avari senzacuore.

Certo ci fosse anche l'accessorio per aprire il cellophane dei cd non avrei dubbi sull'acquisto... meglio continuare a cercare.
Prosit
 
 
Current Location: casa
Current Music: Marc Copland Trio Soul eyes
 
 
 
fuchsia_gfuchsia_g on October 23rd, 2012 12:57 pm (UTC)
Venghino, signore e signori, s'avvicinino alla dimostrazione del super accessoriato taglia scuci acchiappa rassetta, e se lo scaldi fà pure tre stelle, no effetto divano davanti la tv no ortaggi dal cuor debole, visioni mistiche assicurate.