?

Log in

No account? Create an account
 
 
26 November 2012 @ 11:15 am
Lo scrittore Mannaro  
L'individuo in questione vive la scrittura come una maledizione.
Da un lato non puo' farne a meno, dall'altro vorrebbe farla finita schiacciandosi le dita sotto un mattone.
Scrivere e' per lui un bisogno ancestrale, un rito che se compiuto ristabilizza i suoi livelli chimici, una pratica vitale come bere o mangiare ma nei rari momenti di lucidita' vorrebbe dar fuoco a tutta la carta nelle vicinanze, digiunare fino a morire e non dover, finalmente, scrivere piu'.

Lo scrittore mannaro e' schivo, timido e guarda al prossimo con diffidenza e un timore feroce da belva braccata.
Chiuso nel suo lurido stanzino trascorre notti insonni a pestare sui tasti della sua macchina da scrivere.
Le finestre spalancate, le tende che si muovono alla brezza serale mentre i raggi della luna illuminano la sua vecchia Remington da cui non spunta nessun foglio.
I tasti battono, i martelletti picchiano e il rullo viene riempito di caratteri, vicini, sovrapposti fino a ricoprirsi di inchiostro lucido come un rullo da ciclostile.
Ben strana e' la sorte di quelle parole che turbinavano nella sua mente, parole a cui ha dato forma, ha unito per formare un discorso compiuto e poi, prive di un foglio dove posarsi, si sono sciolte, cancellate dalle successive.

E' riconoscibile per l'aspetto: occhi perennemente percorsi da venuzze, borse sottostanti, barba di qualche settimana, pigiama che non si toglie neppure per effettuare le sue rade uscite(e nasconde sotto un cagnaro scolorito).
Le poche notizie sullo scrittore ci giungono dai racconti di individui privi di scrupoli.
Questi, oltre al tanfo che pervade il pigiama del licantropo, hanno fiutato anche un leggero retrogusto di denaro.
Percio' si sono introdotti nel suo processo di scrittura, hanno foraggiato la macchina da scrivere con fogli immacolati e hanno raccolto il prodotto prima che questi venisse distrutto da un raptus della belva.
Spesso hanno dovuto utilizzare un collare e una catena, hanno dovuto oscurare le finestre e dipingere una luna piena sulle persiane per raddoppiare la produzione, si sono dovuti vaccinare contro la rabbia da congiuntivo e la sindrome della pagina bianca ma hanno ottenuto un perfetto ed economico ghost writer.
Prosit
Tags:
 
 
Current Location: Nel lurido antro
Current Music: Alt-J - Interlude 1