?

Log in

No account? Create an account
 
 
22 December 2012 @ 12:45 pm
The Xsong of Xmas (la conclusione)  
Spinning sentiva le orecchie ronzare come se tutte le api di "Bees lo sciame infernale" avessero deciso di fare il nido dentro la sua testa, barcollando si trascino' fino in camera e si infilo' per l'ennesima volta sotto le coperte in attesa.

Alle due, puntuale come la richiesta di abbonamento RAI ecco una nuova apparizione.

"Sono il fantasma dei Natali presentii!" - diceva Max che per l'occasione aveva indossato una maschera da scimmia e sfoggiava un mantello leopardato.
"Facciamola breve, lo sai come ti stai comportando in questo periodo no? Tratti male tutti, fai i tuoi giri di ronda trovando da ridire su tutto, sei antipatico e scontroso, nel passato non e' che fossi il massimo ma nel presente sei proprio insopportabile!
E poi quei due agenti, i migliori che hai, Folder e Jelly, lo sai che milioni di dipartimenti li vorrebbero alle loro dipendenze?
Tu invece li deridi, non credi alle verita' di Max, pensi che il culo di Jelly sia troppo grande... insomma dovrei farti bere un secchio di acido, tagliarti i piedi con una roncola e interrarti dentro un vaso ma... ti lascero' al prossimo fantasma ed evita di dire che non lo vuoi incontrare altrimenti...."

Max fu breve e incisivo, Spinning si cago' addosso e tanto basto'.

Alle 3 arrivo' l'ultimo fantasma.
Immaginate le terribili attese a cui era sottoposto l'uomo, i pensieri che gli turbinavano in testa, i crampi per la fame, il sapere di aver commesso errori ormai irrimediabili.
Per rendere piu' spaventosa la terza apparizione Jelly Sali' sopra le spalle di Max (a cui fece giurare di non dare la minima occhiata alle sue mutande) e coperti da un lungo telo polveroso erano pronti per il gran finale.
Dopo aver dato una capocciata nello stipite della porta e aver emesso il più terribile verso che mai fantasma abbia proferito (anche perchè i fantasmi non bestemmiano), i due che erano uno si mostrarono dando fondo a tutti i botti rimanenti: raudi, miccette, minicicciole, tric e trac, e in un tripudio di fumo e rumore fecero il loro ingresso.
Neanche a dirlo Spinning svenne ma Jelly usò ancora una volta la tromba e quello dopo essersi destato fece un balzo così alto che sfiorò il soffitto.
Non appena riuscì a riprendersi chiese: "Sssei il fantasma dei Natali Futuri?"
E Jelly da lassù annuì, il fantasma dei Natali futuri infatti è muto ma si esprime a gesti (e ogni tanto usa la tromba da stadio).
Alzò poi un braccio indicando la porta, Spinning capì che doveva uscire, ma dove lo avrebbe condotto lo spettro ?
Usciti di casa nella notte buia camminarono nella neve fino a raggiungere un edificio abbandonato che era stato della società gas e poi si era a poco a poco deteriorato fino a divenire un rudere sul punto di crollare.
Qualche ora prima sopra l'entrata priva di porta avevano scritto: "Uffici Effbiai" e tanto bastò per far credere all'uomo di trovarsi nel futuro e che quello fosse il palazzo dove si trovava il suo ufficio in un futuro più anteriore, insomma sempre futuro ma più passato, ci siamo capiti?
Gli fecero segno di entrare dove li accolse un ambiente fatiscente ...
Qui avevano preparato alla bella e meglio una copia dell'ufficio del direttore: una scrivania, una sedia rotta, avevano anche appeso dietro un poster di Umberto Tozzi a cui avevano truccato il viso fino a farlo sembrare il defunto Barleycorn.
"Ma ma questo è il mio ufficio..." - sussurrò l'uomo... "Ma che ne è stato degli X-files?" - chiese rivolto al fantasma.
Jelly allungò un braccio per indicare un cassetto.
Spinning lo aprì e trovò un foglio che cominciò a leggere:

Scrivo questo biglietto per avvisare lo Spinning del passato a non commettere gli errori che ho commesso.
Esistono gli Ufi, i mostri, gli alieni, le mutazioni genetiche, il biglietto 001 in posta, i tassisti onesti, le triple sorprese nelle patatine, la strada che va solo in discesa, l'uomo con il presepe nell'orecchio, la gallina che è nata contemporaneamente con l'uovo, l'uomo nero, la donna bianca, il muschio verde e la croce rossa, chi fa da se fa per tre, chi non scappa c'è, credici.
Se stai leggendo o Spinning del passato sappi che puoi ancora cambiare le cose, devi solo guardare dentro di te che non vuol dire che devi osservare una radiografia ma ascoltare la tua coscienza che è lì da qualche parte. Se ci riuscirai non accadrà mai questo, se invece seguiterai a fare il coglionazzo... beh vedi un pò tu.
Ah finirai anche ben presto morto stecchito e sepolto nel cimitero comunale sotto due metri di terra umida e una lapide con scritto:
Qui giace Spinning, direttore dell'FBI incapace e presuntuoso e ce ne sarebbe da scrivere sul suo conto ma sulla lapide non c'è più spaz

Le parole finivano così. L'uomo lasciò cadere per terra il foglio e guardò nella loro direzione.
La commedia non era ancora finita, il gran finale li attendeva nell'altra stanza dove avevano preparato diverse foto incorniciate e le avevano appesa alla parete.
Erano le foto degli agenti, di tutti quelli che lavoravano all'FBI

C'era il reparto casi irrisolti (Cold Case)
Quelli dei casi bollenti (Warm Case)
Quelli dei casi medi (Medium Case)
Quello delle frodi fiscali (Fraudolent Case)
Quello dei casi a caso (Case Case)


e quello degli X-files dove sotto le foto di Max e Diana c'era un epitaffio che diceva: "All'imperitura memoria dei due migliori agenti, morti suicidi dopo che il loro direttore ha chiuso la baracca. Che egli possa girarsi nella tomba fino a trovarsi i calzini annodati alle orecchie nei secoli dei secoli.

Portarono Spinning davanti alla parete, lo lasciarono solo ad ammirare lo sfacelo, quei volti tristi dagli occhi spenti parevano fissarlo come a dire: "Belin che casino che hai combinato.."
L' uomo pianse, ancora una volta disperato, si gettò in ginocchio dinanzi al fantasma dei Natali futuri e lo implorò dicendo: "Spettro, spettro delle mie brame c'è ancora speranza?
Può esserci per un mentecatto, avaro, sudicio come me un bricolo di possibilità?"
E il fantasma prima annuì, poi fece spuntare una mano alla cui estremitava stava un randello e lo calò rapido sulla testa del direttore che crollò senza dire altro..
"Belin Jelly potevi anche essere più delicata!" - disse Max-fantasma-di-sotto
"Volevo farlo svenire alla prima senza dovergli dare una seconda mazzata ..." - rispose la donna.
"Si vede che lo spirito del Natale ti colma, sei stata gentilissima!" - disse Max
"Bene, ora caricati sul groppo il direttore che lo riportiamo a casa e vedrai che il resto verrà da se!" - disse Jelly.

E così fu, il corpo del povero Spinning venne riportato a casa e messo a letto con gran fatica di Max che aveva ansimato per tutto il tempo come una zampogna che suona "Tu scendi dalle stelle".

Alle 8 il campanile della vicina chiesa salutava tutti ricordando con la sua voce cristallina che quella era la mattina più importante dell'anno.
Spinning aprì un occhio, poi l'altro, infine balzò in piedi. Aprì la finestra e vide una persona che passava di sotto, era vestita di verde e portava un pesante sacco sulla spalla.
"Ehi tu, elfo di Babbo Natale, sai dirmi che giorno è oggi?" - chiese eccitato
"Veramente sono un rappresentante del folletto, comunque oggi è Natale" - rispose, pensando che il mondo è pieno di sciroccati, del resto chi altro comprerebbe un aspirapolvere che costa come una Ferrari e aspira come una cannuccia?
Spinning venne improvvisamente pervaso da una felicità mai provata prima, era come se avesse vinto alla lotteria, fatto tredici sulla schedina e trovato per terra un gettone per gli autoscontri Busnelli nello stesso istante.
Si vestì in fretta, prese il bancomat e uscì in strada.
Al primo sportello prelevò tutto il prelevabile, poi si recò ai grandi magazzini Campeste che non chiudono nemmeno alle feste e comprò mille regali per tutti gli agenti.
Andò nell'agenzia vuota e si mise a distribuire i pacchetti su ogni scrivania lasciò spremiagrumi e cavatappi, pupazzetti e targhe con la scritta: "Al miglior agente".
Poi caricò la macchina del caffè con mille crediti, alzò la temperatura dei caloriferi e tornato in ufficio, dopo aver tirato giù il ritratto di Barleycorn lo sostituì con la foto di tutto il personale, quella che avevano scattato ai giochi nazionali EFBIAI.
Prima di uscire accese il computer e scrisse una mail che faceva così:

Da: Direttore Spinning (Da oggi più buono)
A: Tutto il personale

Prima di tutto so che non son stato un buon superiore in questi ultimi tempi, ma ho capito di aver sbagliato ed è per questo che vi prometto che sarò diverso, più buono, più croccante, lievitato tre volte... no scusate, dicevo che sarò una persona degna della vostra stima, vi meritate un buon direttore perchè siete la miglior squadra di agenti che un uomo potrebbe sperare di incontrare.
Buon Natale
Spinning

E andò proprio così, Spinning cambiò, (pur rimanendo il solito iimbecille) e da quel giorno fu il migliore dei capi, il più amato, il più rispettato, il più più più.

Qui finisce il canto, che lo spirito di Natale giunga a tutti voi, siate sempre bravi e pazienti con gli imbecilli o due persone di nostra conoscenza potrebbero tornare al negozio del signor Nestore e farvi tornare sulla retta via.
Turiiitiruuutiraaa
Prost
Tags: ,
 
 
 
(Anonymous) on December 22nd, 2012 08:01 pm (UTC)
buon natale
bravo ,ben fatto ben detto
ciao
space_oddity_75: whennothinggoesright_goleft_by_taibhrighspace_oddity_75 on December 22nd, 2012 08:05 pm (UTC)
Evviva Folder & Jelly! Evviva la favola di natale!!! Che entrino gli zampognari, che suonino le trombe da stadio! Festeggiamo fino a capodanno, yeeeeeah!!!


Fans Club esaltato che fa il trenino
bustonebustone on December 23rd, 2012 01:44 pm (UTC)
Grazie
Qui finisce l'avventura :-)
Ma solo per poco!
Sto meditando di riunire, dopo averle riviste, tutte le avventure..
Nel caso ci riesca, il F&J Club e tutti gli amanti dei nostri paladini ne riceveranno una!
Basta mettere il dito qui sotto...
Auguri!
Gian Luca
space_oddity_75: chris_awesome_by_lilyrose_iconsspace_oddity_75 on December 23rd, 2012 06:04 pm (UTC)
Re: Grazie
Vojo, vojooooo!!!



P.S. - TANTI AUGURI ANCHE A TE!!!

Silvana