?

Log in

No account? Create an account
 
 
19 February 2014 @ 11:49 am
La dura vita dei centauri  
Orridi cumulonembi di tempesta si ammassano nei cieli, il vento soffia da nord e spazza le cime degli alberi che piegano il capo al suo volere.
Si aprono le caterratte e scrosci di acqua precipitano al suolo urlando. Il fragore del tuono, l'abbaglio del lampo. Il tuo scooter e' un puntino infinitesimo sul parabrezza di Dio.

Il popolo dei centauri non si ferma davanti a nulla conscio che le condizioni metereologiche avverse non sono il peggio che gli puo' capitare.
Il nemico giurato del centauro e' rappresentato infatti dalle auto, una lotta che e' iniziata nella notte dei tempi (probabilmente tra carri e biciclette) e che dura ancora oggi senza esclusione di colpi.
Gli autisti si dividono in tre grandi gruppi (il trattato non prende in considerazione gli autisti con il sale in zucca perche' fanno parte di una sparuta minoranza).

Bastardus invidiusus

L'autista in questione considera i centauri una razza da estinguere e in tutti i modi cerca di contribuire alla loro scomparsa.
Potrebbe, come insegna il codice della strada, procedere al centro della corsia ma invece preferisce stare a sinistra ad un millimetro dalla corsia opposta.
Questo per impedire che i centauri possano avanzare.
Gli individui in questione non vedono il motivo per cui i centauri non debbano fare la coda, in fondo anche loro sono in auto da soli e nel conteggio delle anime contano uno come i centauri... dunque impedire di essere superati con ogni mezzo e' il loro scopo.
Si farebbero tagliare le palle (che poi appenderebbero allo specchietto) piuttosto che cedere il passo.
Negli incroci, nelle code, in ogni frangente in cui possono occupare TUTTO lo spazio.
E' possibile che gli venga voglia di aprire una portiera cosi' per illuminare il vano portaoggetti mentre voi state passando di fianco.
E' possibile che mentre li superate vi coprano di insulti diretti al branco perche' non siete solo voi il destinatario degli improperi ma tutta la razza centaura.

Scaldinus involontarius

Se la distrazione non fosse una colpa, l'autista in questione ne uscirebbe candido come un lenzuolo.
Il personaggio non e' cattivo di fondo come quello di cui sopra pero' i suoi effetti sono altrettanto letali.
Mentre canta a squarciagola una canzone che esce dalla radio e' capace di commettere dieci infrazioni al secondo e questo prima di aver messo in moto la macchina.
Se piove non aziona il tergicristalli e procede a sensazione, cambia corsia senza guardare perche' "gli va", nessuna auto lo procede ma puo' frenare all'improvviso solo perche' si e' ricordato che deve comprare il latte.
Sempre che con un personaggio del genere nelle vicinanze se ne esca vivi, schivare per un soffio la sua fiancata o fermarsi un centimetro prima del suo paraurti, produce calore che si diffonde nel corpo del centauro alleviando temporaneamente il morso del gelo invernale.

Centaurus mancatus

Questi un giorno ha desiderato comprarsi uno scooter ma cause diverse glielo hanno impedito e ora e' costretto ad utilizzare l'auto (prendere un pulman no eh?).
Ma perche' non usare l'auto "come fosse" uno scooter?
Ci vuole una certa abilita' per impennare con una panda ma qualcuno ci riesce cosi' come superare contromano, parcheggiare nel parcheggio riservato alle moto o fare zig zag nel traffico per guadagnare preziosi centimetri all'ora.
L'individuo viaggia con tutti i finestrini aperti, spesso con la testa fuori per sentire il vento nei capelli, qualche volta indossa il casco e la cerata.
Questo essere sta sulle balle a tutti, moto e macchine e perfino ai pedoni quando per far prima passa sul marciapiede.
Prosit
Tags: , ,
 
 
 
kappa47kappa47 on February 19th, 2014 11:30 pm (UTC)
Lei l'essere potrebbe andare su due ruote colla Panda, tenere la testa fuori dal finestrino e, se sopravvive alle voraggini stradali, divenire stuntman
bustonebustone on February 20th, 2014 10:09 am (UTC)
Cosi' si leva dal traffico e va a lavorare in un circo.. in effetti non sarebbe male...