?

Log in

No account? Create an account
 
 
30 March 2014 @ 09:36 am
Ora legale  
Buongiorno a tutti!
Vi siete ricordati di spostare l'ora?
Oggi è San Legale martire e inventore della cosa. Il suo motto: "Si dorme un ora in meno ma si allunga la giornata" è ormai celeberrimo.
Pochi sanno però che il risparmio energetico non c'entra nulla con questa usanza.
Egli, monaco presso il convento dei Cistercensi della stretta osservanza, si crucciava perchè il giorno durava troppo poco. Ogni sera lui e i suoi fratelli posavano gli attrezzi senza aver terminato di tagliare tutta la legna, nè arato tutti i campi, ne cavato tutte le patate dell'orto. Così durante una notte ebbe l'idea di spostare le pendole, e l'ora sulla torre campanaria.
Il convento cominciò così a vivere dentro un fuso orario che nulla aveva a che fare con la sua posizione geografica.
Chi andava in visita all'abbazia, spesso per comprare la famosa birra che i monaci trappisti producevano seguendo un antico procedimento, arrivava troppo presto o troppo tardi, infatti le ore di mezzo, sfruttate per scansare errori, erano sempre quelle più affollate.
Presto la notizia dell'ora di Legale si diffuse e qualche ricco proprietario terriero capì che poter lavorare di più era una gran cosa soprattutto per le finanze.
I contadini alle sue dipendenze non erano della stessa idea ma da sempre, si sa, vince chi comanda.
La sua diffusione crebbe fino ad interessare dapprima intere regioni e poi mezzo mondo.
Da allora circa in questo periodo si sposta l'ora avanti, si dorme un ora in meno e alla prima sera di luce extra sono in milioni a dire: "Guarda come si stanno allungando le giornate!"
Vi starete chiedendo perchè fu martirizzato?
Purtroppo la chiesa non vide di buon occhio la sua iniziativa, qualcuno arrivò a dire che nessun uomo poteva arrogarsi il diritto di cambiare il giorno che il signore Iddio aveva creato e così, anche se fuori tempo massimo, venne istituito un comitato inquisitorio.
Vennero scelti individui astemi in modo che le bevande del convento non potessero influenzare il loro giudizio e vennero inviati in loco.
Il povero Legale non venne torturato, confessò le sue ragioni e mentre attendeva nella sua cella il verdetto portò indietro le lancette del suo orologio e sparì.
La versione pubblica dei fatti vuole che egli sia stato murato vivo dentro la sua ultima dimora ma sono in molti a pensare che la cella venne chiusa per non dover spiegare la sua scomparsa (rimasta un mistero insoluto) e per mostrare che la chiesa non tollera le iniziative dei comuni mortali.
Dunque gioite della luce allungata, dei crampi allo stomaco quando si avvicina l'ora di pranzo e del bonus "Aria di primavera" offerto dal buon Legale, pensate a lui quando guardate il quadrante di qualunque orologio, potrebbe essere che lì, da qualche parte tra i secondi, vi stia osservando sorridente.
Prosit
Tags:
 
 
 
capracottacapracotta on March 31st, 2014 11:34 am (UTC)
Grazie San Legale, io mi ci trovo bene (sonno a parte, ma confido di rifarmi).