?

Log in

No account? Create an account
 
 
28 April 2014 @ 04:32 pm
E adesso la pubblicita'  
Si potrebbe scrivere a lungo sul mondo della pubblicita' ma il tempo e' poco e allora facendo zapping tra questa e quella, ecco qualche pensiero.
Tra le pubblicita' piu' inutili quella che attraverso il tuo tv mostra come si vede bene con il nuovo super enhanced ultra bright super movie color deep sequence iper light tv... voglio dire, se stai guardando un televisore a tubo catodico dai colori putrescenti e la luminosita' morta, tutto l'enhanced ultra va a farsi benedire (e qualcuno pensera' pure: "Bah a me sembra che si veda come con il mio")
Le pubblicita' sui prodotti da barba. Parliamone, farsi la barba e' una menata colossale, non riesce a passare il fatto che sia una figata, nemmeno se mi metti davanti un figo con lucida  pelle di velluto attorniato da ragazze sbavanti (ecco il perche' del lucido).
Quelle dove un tipo perfettamente rasato viene fermato per strada, si ferma (e qui c'e' gia' dell'incredibile) per radersi nuovamente davanti a tutti con il nuovo prodigioso rasoio a quindici lame (un decreto ministeriale prevede che dalla sedicesima in su e' necessario il porto d'armi) e' fantascienza.
Dopo essersi rasato dichiara di non essersi mai sentito cosi' liscio e trascorre il resto del tempo a passare una mano sul mento con espressione ebete... ( autoerotismo epidermico).
I laboratori di ricerca (di solito dietro all'esperto in camice di turno) ci vorrebbero far credere che centinaia di addetti lavorano per la creazione di un dentifricio che rende piu' brillanti i tuoi denti o un deodorante che piu' sudi e piu' profumi di pino silvestre, di uno shampoo che scioglie i nodi (avete mai visto i capelli annodati?), di un sapone non sapone che lava ma non lava.
E allora e' tutto un mettere alla prova denti che mordono mele di marmo, capelli che sollevano un elefante, denti cosi' bianchi che possono stordire con il riflesso.
Ma di mille ce ne', per oggi riprendono le trasmissioni
Prosit