?

Log in

No account? Create an account
 
 
19 May 2014 @ 12:22 pm
Il rintrono di spade  
Conoscete tutti la serie tv, forse siete tra quelli che al posto del comodino usano la pila dei libri di George Martin.
Forse vi pettinate come Daenerys Targaryen e vi piace la carne bruciacchiata, magari insultate i vostri amici se collocano un personaggio nella casa sbagliata, forse non ne avete mai sentito parlare e questo scritto vi incuriosira' al punto da correre da Mediaworld e comprare il cofanetto limited edition che contiene le prime tre stagioni, il bonus dvd, il porta carta igienica a forma di trono di spade, la litografia del cast, il tutto racchiuso dentro un elegante custodia sbrilucicante.
In ogni caso questa parodia, manco tanto distante dalla serie tv, politicamente scorretta, fedele quanto basta, vi regalera' ore e ore di intrattenimento che manco l'HBO.

Eddai Spark e' il signore di Grande Inverno, un posto cosi' freddo che i mottarelli li tengono sul calorifero.
Un villaggetto sfigato nel mezzo del nulla ma abitato da gente prode e fedele al proprio signore.
L'unica attrazione del posto e' un albero parlante che pero' lo capiscono in pochi e che comunque quando parla chiede di essere innaffiato.
Certo, si incazza se qualche innamorato tenta di incidere sulla sua corteccia un cuore e non sopporta di avere appeso ad uno dei suoi rami un altalena pero' e' un albero misterioso che fa parte di una antica razza sparsa un po' in tutta la terra conosciuta.
Alberi telegrafici? Entita' soprannaturali? Semplici conifere con sembianze umane?
Non si sa, l'autore ci sta ancora pensando, intanto la sua anima ecologista li ha piantati.

Eddai Spark una volta non si chiamava cosi'. L'origine del nome si perde nella notte dei tempi, gli e' stato assegnato per via delle enormi balle che era solito raccontare in gioventu'.
Tipo che tornava da caccia e diceva di aver ucciso un brontosauro a mani nude... e tutti: "Eddai Stark, nun sta' a di' fregnacce" (perche' il dialetto di grande inverno e' molto simili al romanesco).. "Lo sanno anche i gambi dei sedani che si chiama "Apatosauro"...
Poi diceva di essere stato diversamente fedele giacendo con una umile mugnaia e tutti: "Eddai Stark, ma che stai a di'?"
E invece era vero perche' era proprio successo ed era pure nato un figlio che per via che era bastardo sara' poi mandato via di casa.
Comunque la storia comincia con Eddai Stark che e' in giro per il bosco insieme ai figlioli, son li' che girano quando non ti sentono degli strani versi?
Si avvicinano e trovano una nidiata di lupi, la mamma e' morta ma non sono proprio lupi, sono meta' lupi e meta' non si capisce, quello che vuol fare Eddai e' di ucciderli che non si sa mai ma invece Bran dice: "Ma no pa', gia' nun mai fatto tene' l'iguana che amo trovato quanno siamo annati in gita a centocelle (nota prigione della contea) me vorrai da' un mezzolupo no?
E il cuore di Eddai e' sfiorato dalla gentile richiesta del figlio e siccome cia' la coscienza sporca perche' al suo compleanno gli ha regalato un sasso raccontando che era magico dice:
"E va bene, figlioli, ne potete prendere uno per uno ma dovete averne cura o altrimenti li porto al negozio di animali in centro."
I figlioli accettano il dono con gioia e danno subito alle simpatiche creaturine dei nomi:
"Io lo chiamero' SnoopyDog come il rapper! "
"Io braccobaldo come il cartone!"
"Io ciccinorosa e gli mettero' i fiocchetti sulla coda!"
"Io... che stagione e' questa?"
"Estate"
"Io lo chiamero' estate"
"Uhh guarda questo che bianco, e' difettoso!!"
"Diamolo al bastardo!" - dicono in coro gli altri figli e tocca a Jon, palladineve, Snow che non fa una grinza, non muove un muscolo, la sua espressione basita rimarra' invariata dalla prima scena all'ultima (alcuni credono sia una marionetta elettronica che era avanzata a Sting Ray).

Ma proseguiamo velocemente nella narrazione, tenete conto che la parola che piu' sara' usata da qui in seguito e'" Nel frattempo" perche' nei libri la propagazione di trame e' esponenziale, all'inizio ci son solo (!!) quattro storie parallele, nella 4 stagione sono millantamila, per dar spazio a tutte cio' che si vede e' una cosa tipo:
Apri' la finestra, nel frattempo che tizio uccideva cazio, nel frattempo che lady Salsa si aggiustava una ciocca ribelle, nel frattempo che un drago mangiava una pecora, nel frattempo che un tizio annegava, nel frattempo che c'erano i saldi a Volantis, nel frattempo che.. ci siamo capiti.

Nella gelida atmosfera di grande inverno arriva una visita inaspettata, Re Baratheon della casa Lannister e' venuto a trovare Eddai per una partitina a cirulla e per dire due belinate tra i ghiacci, la sua richiesta e': "Ma perche' Eddai non divieni Primo cavaliere del re?"
Eddai chiede: "E quali sarebbero i bonus?"
"Beh vedi Eddai, posso garantirti un parcheggio privato, straordinari pagati, ferie natalizie, appartamento termoautonomo e linea ADSL compresa...
"Tutto qui?"
"Anche una spilla fighissima che puoi apporre alla giubba..."
"Accetto!"
E fu cosi' che il buon Eddai parti' per la citta' di Albrodo del re, con lui si porto' la figlia Salsa (che insegnava latino-americani nella palestra di boscocupo), la moglie Caterin (sua mamma amava i nomi abbreviati) e l'altra figliola Aria che soffriva di meteorismo.
Nel frattempo (cosa vi dicevo) l'altro figliolo ciaveva una passione sfrenata per le arrampicate.
Non ti va a vedere una cosa che non doveva e per la foga non ti cade da altissimo ma sopravvive pur rimanendo paralizzato dalla vita in giu'?
Nel frattempo2 Jon Fioccodineve Snow viene inviato al grande raccordo anulare ed entra a far parte dei guardiani giurati.
Una congrega di fancazzisti che non sopportano le donne, che amano gli ascensori e scrutare nel vuoto convinti di vedere forme rivelatrici:
"Ao', nun e' un drago quello??" - dice uno
"No, a me me pare un camion, ma co' sta nebbia sur raccordo pajono tutti ugguali!" - risponde un altro
Nel frattempo3 due fratelli Targaryen: Daenerys e Viserys, si sono messi in viaggio per trovare alleati che li aiutino a riconquistare la leadership dei sette regni.
La ragazza infatti e' stata promessa al signore dei cavalli, un uomo cosi' rude che per grattarsi usa la lima, cosi' colto che parla a versi ma con un fisico cosi' possente che fa invidia a tutti gli altri bodybuilders che bazzicano la palestra: "Il bicipite" di corso Magenta.
(Prima o poi continua)
 
 
 
fiona_mckenziefiona_mckenzie on May 19th, 2014 07:08 pm (UTC)
Grande, Gian... spero che continui più prima che poi! ^____^