?

Log in

No account? Create an account
 
 
22 May 2014 @ 03:01 pm
Animalacci  
Seduto su un divano dal rivestimento acrilico estraeva da un sacchetto estrusi di mais a forma di mezzaluna.
Aveva appena percepito l'odore che gia' le dita afferravano il primo oggetto senza peso e lo portavano alla bocca.
La tv trasmetteva un documentario sugli animali velenosi mentre il sole tentava di entrare dalla finestra con i suoi bassi raggi del tramonto.
Suonava un telefono nella stanza accanto al quale non aveva nessuna intenzione di rispondere.
Il vicino di casa e il suo frullatore rovinavano il momento nel quale un centipede lungo venti centimetri stava inoculando il suo letale veleno ad uno sventurato ragno.
Prima di quell'incontro rasoterra avrebbe scommesso sull'aracnide ma era stato fregato dall'apparenza, del resto sollevando quel sacchetto pieno di virgole gialle nessuno avrebbe mai giurato che potessero essere cosi' buone.
Il gesto automatico di portarle alla bocca si ripete' finche' le dita non toccarono il fondo, la bocca rimase all'improvviso spalancata come quella di un uccello nel nido che attende il ritorno della madre.
Il telefono riprese a suonare, mentalmente penso' che se voleva rispondere sarebbe dovuto andare in bagno a lavarsi le mani.
Scaccio' il pensiero, non aveva nessuna voglia di alzarsi, sentiva di essere parte del divano costretto a guardare il documentario o a cambiare canale sul telecomando con la mano sinistra.
Valuto' l'impresa troppo complicata, preferi' conservare le energie per altre imprese, poso' il sacchetto vuoto sul basso tavolino e comincio' a leccarsi le dita una dopo l'altra.
La vipera di Russell e' uno dei serpenti piu' velenosi al mondo, ogni anno i decessi causati dal suo morso sono stimati intorno alle 10000 unita'.
E tanti cari saluti all'India - penso', aggiungendola a tutti i paesi dove non sarebbe mai andato.
L'australia e le sue moltitudini di serpenti, meduse, squali e ragni, stava al primo posto seguita dal Sudamerica, Africa e Sapientino sul Tanaro, non tanto per la presenza di animali nocivi quanto per quella della suocera.
Il documentario fini', si alzo' e con sua grande sorpresa noto' un estruso sul tappeto.
Lo ghermi' con un rapido gesto della mano e lo fece sparire in bocca.
Per qualche istante si senti' come uno di quegli animalacci.
Prosit
Tags: