?

Log in

No account? Create an account
 
 
08 June 2014 @ 10:55 am
Butcher's Crossing  

Il libro è Butcher's Crossing  di John Williams la sorpresa nel leggerlo grande. Fin dalle prime pagine hai la sensazione di avere tra le mani un classico, un libro che si legge e rilegge, un libro da riporre in libreria dopo avergli trovato un posto d'onore, magari vicino a quel sassolino che ti sei trovato nello scarpone o a quel ramoscello di quercia che il tempo ha colorato d'oro.  È un libro di viaggio,  di formazione è l'eterno partire per ritrovare se stessi. È natura, quella primordiale, è la fine di un epoca e l'inizio di grandi cambiamenti. Williams riesce a farci sentire il caldo e il freddo, il sapore di un caffè e l'odore di una carcassa che si decompone, la paura e la speranza ed è come se noi fossimo a fianco dei protagonisti a dividere gioie e affanni. Un libro d'avventura inaspettato, fuori da ogni cliché che consiglio a tutti. La sua scrittura è grandiosa, le descrizioni fotografiche, un intera vita condensata in un viaggio.
Era da tempo che non leggevo un opera così coinvolgente, Williams era un maestro e se solo ultimamente gli si sta attribuendo il valore che merita, che dire, meglio tardi che mai.
Prosit