?

Log in

No account? Create an account
 
 
07 July 2014 @ 03:36 pm
I capi  
Il ruolo del capo e' un istituzione che non si addice all'uomo.
Nonostante secoli di sudditanza non c'e' stata alcuna evoluzione in questo senso, tutti vogliono essere capo e nessuno vuole averne uno sopra.
La logica suggerirebbe di abolire la figura (che tanto per la maggior parte dei casi non e' di alcuna utilita') Invece no, continuiamo ad avere capi sulla testa (capi sul capo).
Si potrebbe discutere sul concetto di responsabilita'.
Quello che fa comodo ai capi e' che voi sbrighiate il vostro lavoro empi della suddetta, che tradotto nel vocabolario Capo-noti significa: fai il tuo e non rompere, se mi lasci all'oscuro di tutto sono contento e prega che non mi arrivino lamentele perche' saranno usate contro di te.
Eppure il vostro responsabile dovrebbe avere la responsabilita' delle vostre azioni giusto?
In realta' (Sempre dal vocabolario succitato) i vostri successi diventano i suoi, le sue cadute le vostre (grazie all'effetto frana) e conunque vedete di non rompergli le palle altrimenti come fa ad assumere una faccia seria e impegnata mentre sta giocando a "SCHIACCIA LE BOLLE" dietro lo schermo del suo computer?
I capi sono capaci di elargire preziosi consigli. (I consigli asterisco punto asterisco) Vaghi e perbenisti come la piu' scontata cosa che si possa.
Eccone alcuni che senza dubbio avete udito:

Vedi tu
Fai te
Attenzione..
Buttaci un occhio
Cerchiamo di essere presenti (singolare il fatto che un capo usi spesso il plurale)
Mi raccomando
Cerca di capirci qualcosa
Decidi tu ma tieni conto che se quando friggi i sofficini non li giri, poi vengono bruciati da un lato e crudi dall'altro.

Molti capi non hanno idea del vostro lavoro (ne' del loro) ma si sentono in dovere di mostrare quella loro certa cultura, non importa se completamente fuori contesto.
Molti sentono i propri capi recitare poesie, altri citare filosofi, altri ancora potrebbero consigliare film, dischi o ristoranti dove il rapporto prezzo qualita' e' soddisfacente.

I capi parlano un linguaggio tipico, spesso inframezzato da pronomi. I piu' gettonati sono: "Diciamo" e "Quant'altro".
Amano italianizzare termini inglesi e pronunciare parole di cui ignorano il significato per godere dell'effetto "Bocca piena".
Al primo posto della classifica troviamo "Stigmatizzare" seguito a distanza ravvicinata da "Entropia" e "Tentativamente".
Oltre ad essere incomprensibili sono spesso prevedibili, con una breve attivita' di osservazione si puo' capire che:

Se il capo ha urgenza di comunicare qualcosa e' perche' la stessa urgenza l'ha avuto il suo capo (Matriosk effect)
Se il capo comincia un discorso con: "Siamo molto contenti del suo lavoro" e' per proseguire con: "Ed e' proprio per questo che abbiamo deciso di cambiarle mansione" (Disoriented approach)
Se il capo dice che ha molto da fare e' perche' non riesce a superare il livello due di "SCHIACCIA LE BOLLE" (Hard Work simulation)
Se il capo dice: "Se avete bisogno sapete dove trovarmi" sta per cominciare a giocare a nascondino (Hide and seek)
Se il capo nomina entita' mitologiche tipo: l'azienda, la vostra organizzazione, il fatturato, la soddisfazione del cliente, e' perche' e' appena stato ad un corso di Management, se gli fate proseguire il discorso aggiungera' anche: "Crodino, la gazzetta dello sport, il bel culo della cameriera che ha incontrato in corridoio, la scoperta che nei rinfreschi servono anche cibo caldo.

Il capo non ha coscienza di esserlo, ne' alcuna vergogna.
La parola stessa indica un certo ordine, tutto infatti comincia dal capo ma i suoi metodi sono cosi' inutili, inconcludenti e privi di obbiettivi che nessuno ha mai pensato di creare la figura professionale della coda.
Io come coda sarei bravissimo, me ne starei li' tutto il tempo ad aspettare i risultati del capo per poi mettere il punto, chiudere la parentesi, tirare le somme.
Tutto questo mentre gioco a "SCHIACCIA LE BOLLE 2" o chiedo report di avanzamento o convoco riunioni dove invito tutti a portare grafici basati su dati inutili sui quali applichiamo algoritmi che tirano fuori valori di cui nessuno conosce il significato rischiando di vincere qualche premio "Rinnovamento".

La storia insegna che di capi ne possiamo fare a meno, se proprio qualcuno muore dalla voglia di averne uno potrebbe iscriversi al programma "Adotta un capo" e la sua volonta' perversa sara' soddisfatta.

PS Se sei un capo e ti sei offeso vuol dire che sei troppo intelligente per essere un capo, cambia subito mansione.
Prosit
Tags: ,