?

Log in

No account? Create an account
 
 
31 July 2014 @ 03:28 pm
Connessioni domestiche  
Quando si sta via per qualche tempo e poi si torna nella propria casa, occorre riconnettersi.
A partire dalla luce, dal gas e dall'acqua, per passare a internet per continuare svuotando la cassetta della posta (in modo da renderla pronta alla pubblicità che verrà) si arriva fino a riposizionare lo zerbino. L'omino che lava le scale lo ha lasciato appoggiato alla parete come a dire: "E' inutile pulirsi i piedi tanto in casa non c'è nessuno".
Poi si riconnette il frigo, ovvero lo si riempie di cibo in modo da promuoverlo al grado di elettrodomestico utile, poi si telefona ai conoscenti per comunicare il nostro stato di: "Rincasati".
Qualcuno aggiorna Facebook, qualcun'altro passa dal bar per rivedere le solite facce e interpretare per qualche minuto: "La novità", rispondere alle domande che partono con: "...e allora che cosa ci racconti?" e finiscono con: "Ah noi qui, sempre il solito".
Si riconnette il palato con una tazzina di caffè decente (ma la prima caffettiera buttala che fa schifo) e magari con un piatto di pasta (condito con la frase: "Ahh la pasta mi è mancata").
Il nostro corpo si riconnette con ciò che lo circonda, dalle ciabatte al cuscino del divano, dalla maglietta slabbrata al mouse del PC.
Lo sguardo ha bisogno di ripassare i panorami dalle finestre, notare se qualcosa è cambiato, gioire della solita vista e magari, non appena ci siamo di nuovo abituati alla casa, trasmettere al cuore la voglia di partire per un nuovo viaggio.
Prosit
Tags: ,
 
 
 
cockelberrycockelberry on July 31st, 2014 06:43 pm (UTC)
Bentornato socio… ;-)
bustonebustone on August 1st, 2014 01:02 pm (UTC)
Grazie socio!!!