?

Log in

No account? Create an account
 
 
18 August 2014 @ 04:42 pm
A contar balle  
Chi la conta più grossa vince, regola non scritta ma che tutti perseguono fino a non credere neppure alle proprie orecchie ma tutto vale e di solito si comincia con un nonnulla:
"Ieri, ho spaccato un pò di legna"
Così, tanto per dire qualcosa, non è che occorre per forza ribattere e invece:
"Io, l'altro ieri, ne avrò spaccata un camion" - ribatte l'altro mentre distrattamente strappa un filo d'erba spuntato sotto il tavolino del bar Leoni.
Potrebbe finire lì, sono anni che non si gareggia più a "Chi ce l'ha più lungo" ma basta cogliere un leggero cambio di espressione, una ruga che si tende, un tremolio di palpebra per continuare: "Ed era legna verde, camion grosso, ascia senza filo e..."
"Eh?" - chiede l'altro con la stessa inflessione di chi posa la testa sul ceppo
"E pioveva... ma forte" - conclude prima di prendere il bicchiere con il crodino e vuotarlo tutto d'un fiato come fosse l'antidoto per il più terribile tra i veleni.
Ma c'è sempre un terzo, tra la vittima e quello che le ha sparate così grosse da farla tacere, c'è un intruso che non ci sta.
Non si sa se la sua è voglia di gareggiare oppure se prova pena per quello azzittito, in ogni caso fa sentire la sua voce con:
"Una volta, mio cugino, ha spaccato così tanta legna e con così tanta foga che lo hanno denunciato per schiamazzi in luogo pubblico e superamente del limite di decibel consentito..."
Da notare l'uso del cugino, figura mitologica che da sempre è famosa per aver compiuto imprese incredibili.
Il cugino è spesso un uomo dotato di prodigiosa forza, stazza imponente e abile maestro di tutte le arti marziali conosciute (compreso il bastone genovese). Ha militato nei principali corpi di polizia, militari, paramilitari, associazioni segrete, club esclusivi e comunque ha sempre dato il meglio di se in solitaria (senza testimoni le balle sono più credibili).
A volte il cugino ha un cugino (un pò come Sayan e Super Sayan) che nomina e a cui tende in ogni sua impresa.
Comunque il terzo di cui sopra fa la sua mossa tirando in ballo il cugino.
"E' vero, questa l'ho già sentita!" - dice il quarto seduto intorno al tavolo, forse spera di farsi offire una spuma.
"E sentiamo, quanta legna avrebbe spaccato questo tuo cugino?" - chiede quello che fino a quel momento superava tutti per lunghezza.
A sto punto occorre ponderare bene le dimensioni e le quantità.
Una cifra troppo piccola potrà essere facilmente superata, una cifra troppo grossa non verrà presa in considerazione.
Passano alcuni secondi, passa una macchina affrontando la vicina curva, passa l'Augusta a chiedere se vogliono ordinare qualcos'altro.
"Ne ha spaccata tanta da riempire un camion e un motocarro" - dice
Poi osserva la reazione e aggiunge: "E qualche cesta... grossa"
"Ma con la motosega?" - chiede l'altro
"No no, a mano, con una sega storta, alla fine ha riempito due sacchi di segatura e andava così veloce che ogni tanto si doveva fermare a bagnare la lama o prendeva fuoco il legno..."
La lingua è stata più veloce dei freni inibitori, è uscita di carreggiata e ha centrato un platano secolare.
"Esageratoo!!" - gridano in coro gli altri due, è il momento in cui la maggioranza vince e quello battuto non può far a meno di mantenere un certo distacco: "Ah beh anche a me pareva esagerato, me lo ha raccontato mio cugino, crederci o no sta a voi..."
E le balle si sciolgono come la neve al sole, hanno intrattenuto per qualche minuto quattro amici che non avevano di meglio da fare che leccare il coperchio della coppa del nonno e tirar giù rutti dopo il crodino.
Si dice che quei quattro erano capaci di svuotare il frigo in un pomeriggio ma forse erano tre, forse meno, bisognerebbe chiedere a mio cugino, lui conosceva tutti nei dintorni.
Prosit
Tags:
 
 
 
cockelberrycockelberry on August 18th, 2014 10:44 pm (UTC)
Lo hai fatto leggere a mio cugino? ;-) bravo socio!!!!
bustonebustone on August 19th, 2014 09:40 am (UTC)
Ah ah, no anche perché per lui TU sei suo cugino... :-)) (la dura legge dei cugini)