?

Log in

No account? Create an account
 
 
07 September 2014 @ 04:42 pm
La fuga di Slogan (cit.)  
Gli slogan sono composizioni che vengono utilizzate in politica e in pubblicità.
Il termine ha origini gaeliche ed è formata dalle parole sluagh e ghairm. Letteralmente significa grido di battaglia.
Infatti quando di tratta di creare lo slogan perfetto, facilmente memorizzabile e adatto al prodotto in questione, avvengono vere e proprie battaglie tra gli ideatori che lavorano nelle agenzie pubblicitarie, gli scozzesi erano avanti.
Lo slogan perfetto non esiste ma quello che diventa un tormentone ed arriva ad assumere nuovi significati nel linguaggio comune si.
Gli slogan vengono ficcati nei discorsi di tutti i giorni staccati ormai dal contesto originario. Alcuni hanno sostituito addirittura proverbi di antica origine, è il caso di "O così o Pomì" (O mangi la minestra o salti dalla finestra) o di "No Martini no Party" (Pagare moneta, vedere cammello).
Ma "Provare per credere", "Per tutto il resto c'è Mastercard", "Nuovo? No lavato con Perlana", sono usati da tutti nelle più diverse situazioni.
Più lo slogan è breve, incisivo e utilizza un linguaggio comune e più è efficace.
Tra quelli più minimalisti cito: "Falqui, basta la parola" (qui lo slogan stesso dichiara di non essere necessario) o "Nespresso, what else" (che ha all'incirca lo stesso significato).
Perchè un post di questo tipo?
Perchè no?
Prosit