?

Log in

No account? Create an account
 
 
06 October 2014 @ 12:29 pm
Il salto  
"Devi credermi non ce la farai mai!"
"Ma e' solo un salto, basta fermarsi proprio sul ciglio e spingere con le gambe..."
"In teoria e' una distanza che puoi superare con un balzo ma non puoi permetterti di sbagliare, se finisci di sotto addio!"
"Mi sono allenato a lungo, pensi che io sia uno scemo?"
"Ah si? Sentiamo, sentiamo come ti sei preparato... a morire..."
"Ma che morire, ho fatto per terra delle linee con il gesso, anzi vieni giu' in cortile che ti faccio vedere..."
Johnny fenomeno imbocca la porta di casa lasciandola aperta, suo fratello tira un sospiro spazientito e lo segue.
Arrivato in cortile vede che sull'asfalto ci sono numerose righe tracciate con i gessi colorati.
"Vedi? Questo e' il ciglio" - dice Johnny "Mentre questa riga qui" - e si sposta per indicarla con il piede, "E' il punto di arrivo"
"Vedo che pero' la partenza e' in parte scolorita" - dice Martin
"Eh sai, ho fatto un sacco di tentativi..."
"Si ma se e' cancellata vuol dire che l'hai superata con il piede, nella realta' non potrai farlo..."
"Ma no, e' stato solo all'inizio, quando prendevo le misure, ora sono capace di saltare senza neppure sfiorarla, vuoi vedere?"
"Si, voglio proprio vedere come ci riesci" - dice Martin e dopo essersi spostato di lato incrocia le braccia in attesa.
Johnny si posiziona sulla riga, poi fa una decina di passi indietro e si ferma.
"Devo fare un po' di riscaldamento ora, sai l'altra volta mi sono fatto male qui sotto" - dice e indica un punto nell'inguine
"Ti sei stirato, e' normale se fai il passo piu' lungo della gamba..."
"Quello e' un modo di dire, non scherzare"
"Nel tuo caso e' divenuto reale, e' perche' ti sforzi troppo, anche i tendini ti suggeriscono di lasciar perdere..."
"Non c'e' problema, basta fare cosi'..." - dice flettendo la schiena
"E poi cosi'" - dice piegando le gambe e sedendosi sui talloni
"E infine cosi'" - conclude ruotando il corpo con le mani sui fianchi
"Hai gia' finito il riscaldamento?" - dice Martin
"Si, sono a posto" - risponde e soffia via l'aria dalla bocca con due sonori sbuffi, poi si inchina, mette la mano sotto la bocca chiusa a pugno e dice come se parlasse dentro un microfono: "Acrobata Johnny fenomeno a base, acrobata Johnny a base, rispondete prego"
"Ma cosa sei scemo?" - chiede Martin
"Ma no dai rispondi, fa parte della sfida"
"Uff, va bene, base a Johnny, sei pronto per il salto?"
"Si, qui Johnny, ti sento disturbato puoi ripetere base?"
"Ma dai hai sentito benissimo, non fare l'imbecille e fai sto cavolo di salto"
"Johnny a base, potete ripetere?" - chiede come se quello non avesse detto nulla
".. qui base, diamo l'ok per il salto, la pista e' sgombra!"
"Bene, sgombra per bene?"
"Si, libera!"
"Non ci sono rifiuti o gabbiani?"
"Non ci sono!"
"E nemmeno altri che tentano il salto?"
"No, sei l'unico eroe della pista!"
"Bene allora mi preparo, per favore fate partire la musica, grazie!"
"La musica? Ma quale musica?" - chiede Martin sempre piu' scocciato
"Ma la musica trionfale no? Queste imprese sono sempre accompagnate da una colonna sonora adatta a descrivere l'evento..."
"Ma ora devo tornare a casa, scegliere un disco, tirar giu' dalla finestra una prolunga per il registratore?"
"Ma no! Con la bocca, fai la musica con la bocca, sai una cosa tipo: "Tutururuuuu! Papparapaaaa!"
"Va bene... Tuttuturuuu Badababam!"
"E ora rullo di tamburi!"
E Martin guarda verso il cielo e fa tremare la lingua finche' non esce una specie di Trrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr"
"Sooono prontooo sfido la morte perche' sono l'unico, l'incredibile, il fortissimo Johnny fenomenoooo!!" - grida e poi parte.
Ad ogni passo accelera, muove le braccia come un centometrista, ha lo sguardo che fissa il punto di arrivo, la lingua di fuori, giunge sulla riga, posa il piede un centimetro prima e spicca il salto.
Atterra ben oltre la riga d'arrivo, fa ancora qualche metro per non inciampare poi si ferma e si gira verso il fratello.
"Visto? Che ci vuole?" - dice
"Bravo Johnny, mi e' sembrato di vederti volare, sai cosa facciamo ora? Ci riprovi e io filmo tutto con il cellulare di papa', ho visto che lo ha dimenticato sul como'..."
"Sii che figata Martin! Ma filmiamo tutto, anche la musica e il riscaldamento va bene?"
"E va bene" - risponde l'altro ed ha gia' imboccato il portone..
Prosit
Tags: ,