?

Log in

No account? Create an account
 
 
06 January 2016 @ 12:09 pm
Udito fine e grossolane sordità  
Tanto caro mi fu quel lievitare
di pane e di focacce in riva al mare
e il mio udito, più fine di uno spillo
che udiva forte il verso di un bacillo
Il raffreddore facea tutti ammalare
ma io fuggivo sentendolo arrivare
Sentivo l'erba spuntare dalle zolle
e anche la brina che cinge le corolle
La forfora che scende dai capelli
lo scricchiolar del cuoio dei borselli
La scaltra mosca che si pulisce gli occhi
il cigolar dei giunti dei ginocchi
La polvere che scende e le sue grida
e le formiche, folla di corrida
E scorrere le ore nel fragore
cercando invano un interruttore
Eppur di tanti suoni mai ho udito
quello di un grullo di colpo rinsavito
quello di un morto che procede al trotto
quello di un retto politico incorrotto

Prosit
Tags: ,
 
 
Current Mood: Gud
Current Music: sss