?

Log in

No account? Create an account
 
 
26 July 2007 @ 04:26 pm
 
Mi sveglio e apro gli occhi.
Ritrovo il solito soffitto, un poco piu' in la' il filo con la lampadina e nell'angolo il ragno nero.
Un giorno o l'altro prendo la scopa e lo faccio sloggiare, non e' una bella cosa da far vedere ad una ragazza perche' di solito odiano gli insetti e poi finiscono per pensare che sei una persona lercia che pensa solo a scopare.
Certo e' l'unico motivo per cui pulisco la casa, ogni tanto.
Scopare per scopare e' il mio motto e poi quel ragno lo considero come un animale domestico.
Non sporca, non vuole essere portato fuori, non caga in una cassetta e a dirla tutta si mangia anche qualche mosca, poche perche' e' sempre immobile ma per quello che ne so, quando non ci sono, imbraccia un fucile e ne fa strage.

Ora mi alzo, lo giuro.

E' che prima devo fare un po' di streching, allungare le gambe, stirare le braccia, e' importante l'ho letto su un libro o forse era la rivista del dentista, poco importa.
Oggi devo cercare di vendere qualcosa o dovro' mangiarmi il ragno, sono settimane che non mi firmano ordini.
Non penso nemmeno piu' ai bonus, il capo mi ha detto di mandargli almeno un ordine considerevole prima della fine del mese o mi da' un calcio in culo e assume uno stagista brufoloso spinto dal sacro fuoco della vendita.
Quelli li fanno studiare: marketing, strategia di mercato, psicologia del cliente...
stronzate, se mi lasciassero carta bianca riuscirei a vendere merda di cane a peso d'oro.
Sono state tutte le porte che mi hanno sbattuto in faccia a convincermi che e' piu' importante il fiocco che il regalo e che ogni paese ha un preciso punto dove poter infilare il piede di porco e smuovere il mercato.
Volete vendere una merda ad un francese? Basta riempirla di brillantini, ad un tedesco? Mettete lo stronzo nel congelatore, a loro piacciono le cose robuste.
Incorniciatela, aggiungete una foglia di prezzemolo o mettetela sotto vuoto in un barattolo dall'etichetta colorata e avrete coperto le esigenze di mezza europa.

DON, DON, DON la campana suona le tre e cinque, mi alzo, adesso mi alzo lo giuro.

Ci vorrebbe una grande idea ma inventare qualcosa costa troppa fatica. L'ideale sarebbe prendere qualcosa che gia' esiste e mostrarla sotto una luce diversa; come quello che ha spaiato i calzini per neonati e li ha rivenduti come custodie per cellulari, puro genio.
Certo molti dicono che non ci voleva chissa' cosa, eppure tutti avevano i calzini davanti agli occhi ma solo lui ha avuto l'idea.

DON, un rintocco, e' quello delle tre e mezza se non mi sbaglio, ora mi alzo e mi faccio la doccia, ho dormito fin troppo.

Forse potrei comprare portaombrelli e rivenderli come vasi da fiore o vecchie batterie da camion e realizzare originali fermaporta... ci vuole qualcosa che costi poco, meglio ancora se e'spazzatura di cui la gente si vuol liberare...
Si tratta di trovare un oggetto unico e renderlo speciale, come comprare tutti i quadri di un pittore e poi chiuderlo in cantina, diffondere la notizia che e' morto e poi costringerlo a dipingere nuove tele...
Quanto costera' mantenere un pittore in cantina? Potrebbe vivere a biscotti e acqua? Potrebbe riuscire a dipingere con la luce di una candela?

DON DON DON DON, le quattro, certo che il tempo passa veloce, ma sento che se continuo a pensare arrivera' l'idea buona, devo solo aspettare, ancora un poco.

Tags:
 
 
Current Location: Steso sul letto
Current Music: Mojave 3 - Most days
 
 
 
space_oddity_75: sam_smile_new_by_bluebox_iconsspace_oddity_75 on July 26th, 2007 02:47 pm (UTC)
Si vede che sei tornato alla grande! Grazie per questo gioiellino: you've made my day! ^_^
(Anonymous) on July 26th, 2007 04:36 pm (UTC)
e che ti fa il ragno mentre sto lì meditando attentamente sul mio successo, non ci vuole molto a trovare il pittore adatto, oppure no, farlo io stesso, chi non sa spargere dei colori su una tela non merita di vivere, non meriterebbe neppure il fiocco più verde, ecco, la gioia è così intensa, come una torsione di spilli, ché la pancia mi s'ingrippa in uno spasmo, e quello sparisce, un buco, in un maledetto buco.
Anya:)