?

Log in

No account? Create an account
 
 
23 January 2008 @ 05:08 pm
Dal dentista  
Dal dentista ci si va per i piu' svariati motivi.
C'e' chi ne ha terrore e aspetta fino a quando proprio non ce la fa piu', a volte sono le papille gustative che prendono l'iniziativa e portano l'uomo in spalletta fino alla sala d'aspetto.
Ci sono quelli che ci vanno con regolarita', una volta all'anno o molto piu' spesso perche' amano avere denti perfetti e bianchi, cosi' bianchi da far abbassare il parasole alle macchine che incrociano per strada.
A furia di lucidare i denti li perdono ma questo il dentista non lo dice perche' e' in possesso delle abilitazioni per l'installazione di protesi.
Ci sono quelli che vengono trascinati dal dentista dai parenti riuniti e stufi dell'alito.
Quelli che ci capitano per sbaglio, insomma l'approccio e' sempre diverso, oggi vorrei parlarvi del caso piu' normale, ovvero quando si comincia a sentire un piccolo fastidio, una certa sensibilita' al caldo/freddo.
Dunque si telefona, e si puo' da subito saggiare l'abilita' dell'uomo, se e' un cattivo dentista vi ricevera' la sera stessa, se e' uno bravo vi riservera' un appuntamento dopo due mesi (.."E si ritenga fortunato che si e' liberato un buco...).
Il giorno fatidico entrate nello studio, a volte ci sono disegni di bambini appesi a una parete.
Osservateli bene perche' la chiave della verita' si puo' percepire dall'innocenza tremolante dei tratti.
Il dentista e' raffigurato come una belva con denti aguzzi e occhi a fessura? Ha nelle mani orribili trapani e strumenti degni del Torquemada? State tranquilli, i bambini vedono tutto amplificato... o no?
Comunque ormai avete preso appuntamento, ricordate? "Si e' liberato un buco" percio'state seduti tranquilli, sorridete agli altri pazienti con solidarieta' e prendete un numero di Famiglia Cristiana per ammazzare l'attesa.
A volte esce l'infermiera, se e' del tipo gentile vi sorridera' con gli occhi al di sopra della mascherina. Dal suo sguardo capirete che sa chi siete, che c'e' un poco da aspettare e che appena possibile vi fara' accomodare.
A volte e' del tipo brusco, la sua espressione e': "Oggi mia figlia ha preso un 4 a scuola, mio marito si e' fumato lo stipendio con una schedina "sicurissima" , ho trovato la macchina con una botta sulla portiera e il dentista mi ha appena detto che mi si è allargato il culo..."
Ecco, con questo sguardo e una voce da orco guardiano dira': "Voi?"
Come se foste seduto li' per sbaglio. Certo potete sempre rispondere: "Opps, mi scusi, non e' il macellaio? Ho sbagliato.."
Oppure presentarvi, in questo caso non sentitevi imbarazzati a parlare dei vostri sintomi davanti a tutti quelli in attesa, sempre che non siate li' per levare quel fastidioso elastico di perizoma che si e' incastrato tra i molari.
Sarete arrivato all'angolo della posta della rivista quando l'infermiera vi fara' segno di entrare.
Troverete una stanza senza nessun segno umano, non ci saranno quadri, pupazzetti sulla scrivania, tende colorate, piante.
La cosa piu' artistica sara' una grinza della sedia di pelle che vi ricordera' l'espressione della salma di nonno Rocco.
Comunque vi faranno accomodare sulla sedia.
Se siete appassionati di fantascienza potrete tentare di sgombrare la mente dai cattivi pensieri e immaginare di essere il capitano dell'Enterprise. L'infermiera e' uscita, potete dare ordini ad un immaginario Sulu, fare i complimenti a Ura e perfino chiamare Scotty e invitarlo nei vostri alloggi per una partita a scacchi tridimensionali.
L'ingresso del dentista vi distogliera' comunque da qualunque pensiero.
Eccolo, lo vedete? E lui l'uomo che usera' la vostra bocca come un portaombrelli, siate gentili perche' ha il trapano dalla parte del manico.
Un "Buongiorno dottore!", va benissimo, dalla sua risposta saprete se e' simpatico, se e' bravo e onesto lo scoprirete quando ormai e' troppo tardi.
"Facciamo un controllino generale!" - vi dira', e senza rendervene conto sarete ormai in posizione orrizzontale con un bavaglino al collo, e una luce puntata dritta negli occhi.
L'uomo utilizzera' un arnese a forma di uncino con il quale picchiettera' ad uno ad uno i vostri denti alla ricerca di carie. Quando urlerete di dolore capira' che in quel dente c'e' qualcosa che non va, un metodo antico ma funzionale.
Individuato il problema o i problemi, si siedera' accanto a voi e vi rendera' partecipe della situazione in cui versa il vostro apparato dentario.
Di solito comincera' con questa frase: "Ma mi dica un po', da quanto tempo non andava dal dentista?"
Potete dire la verita' o contare una balla, in ogni caso lui scrollera' il capo.
Siete testimoni della veridicita' della prima regola della cura dentaria, ogni dentista a cui vi siete rivolti in passato era un cane, rubamestiere, incompetente, lazzarone.
E' cosi' fin dalla notte dei tempi: il miglior dentista a cui vi potete rivolgere e' il prossimo.
(Continua)

Tags:
 
 
Current Location: Sulla poltrona di Kirk
Current Music: Richard Sinclair - Videos
 
 
 
Stefano `Steve` Ferrari: Peanuts * Red Baron Shootingjojofc on January 23rd, 2008 04:23 pm (UTC)
Lo sai te chi sono i dentisti?
Sono persone che mangiano con i denti altrui, altroche'!

E comunque avevo letto una battuta, tempo addietro, in cui un comico americano stringeva i testicoli del dentista mentre lui gli lavorava in bocca... motivazione esplicita: "Dottore, se lei mi fa male... io stringo."
(Anonymous) on January 23rd, 2008 05:10 pm (UTC)
e narrar d'assistenti dentali che darebbero chissà cosa per scambiare il proprio camice bianco per uno verde qual assistente di sala operatoria -rigorosamente solo intimo, sotto - e fremono alla vista di ablatori e ferri gengivali, gioiose tra aghi dighe alginati denti da levare composti miscele lampade, guardami, guardami mio bello, sarò per te il tuo prossimo, maggiore sogno...
Anya:)