?

Log in

No account? Create an account
 
 
26 August 2008 @ 10:58 am
X-Files - Agenti sotto il sole (parte due)  
"Piuttosto l'agente Jelly e' li' con lei?"
"Si certo"
"Non che voglia fare insinuazioni ma si direbbe che voi due siate piu' che semplici colleghi, siete sempre insieme..."
"Infatti lei... e' la mia donna" - dice Max e sorride solo al pensiero che sarebbe bellissimo se lo fosse.
"La sua donna? Complimenti Folder, le confesso che ho sempre avuto una certa attrazione per Jelly, cosi' fredda e nello stesso tempo gentile, cosi' donna e nello stesso tempo agente, cosi' risoluta e nello stesso tempo motivata..."
"Gia'"
"Per non parlare di quelle tette..."
"Eh eh, si figuri che ieri con la crema mi e' scappata una mano ma adesso non mi ricordo piu' bene..." - dice Max toccandosi la guancia.
"Basta discorsi, Folder apra bene le orecchie perche' parlero' solo una volta e poi neghero' ogni cosa, si ricordi, questa telefonata non e' mai avvenuta, io e lei non ci conosciamo, tutto quello che decidera' di fare non sara' come agente degli X-files ma come uomo qualunque, ci siamo intesi?" - dice
"Se ho capito bene dovro' lavorare mentre sono in ferie?" - chiede
"Esattamente quello che ho cercato di dirle, qualche obiezione?" - domanda
"No, mi dica tutto quello che mi deve dire prima di dire che non mi ha detto niente!"
"Dunque proprio nella zona in cui siete voi ci sono state segnalate anomalie, strani fenomeni che ci fanno supporre che sia in atto un intervento alieno. Sappiamo ben poco e l'uomo che fuma avrebbe anche indagato di piu' se solo non avessero messo tutti quei divieti nei locali pubblici, quello che pero' sospettiamo e che stia avvenendo una sostituzione di massa..."
"E sarebbe?" - chiede Max
"Ha presente quel film con i baccelli?"
"Dice la pubblicita' del minestrone valle degli orti?"
"No, dico quell'inquietante lungometraggio in cui le persone venivano sostituite da copie aliene che prendevano le loro sembianze durante la notte..."
"Ho capito una specie di principessa sul pisello splatter!"
"Piu' o meno, comunque mi aspetto notizie, e buone mi raccomando"
"Sara' fatto capo, l'ho mai delusa?"
"Almeno un milione di volte"
"Anche d'estate?"
"No, forse d'estate no"
"Perfetto, vedro' di deluderla anche in questo caso..."
"Allora buon lavoro e si ricordi questa conversazione non e' mai avvenuta"
"Ok"
"E un altra cosa, non pensi che sia un buon motivo perche' le ritorni indietro il gettone..." - conclude
"Grazie capo" - dice Max ma dall'altra parte nessuno risponde.

Quando Max torna alla sdraio e' quasi convinto di aver sognato ma poi si accorge di essere in piedi.
"Se avessi sognato sarei steso di fianco a Jelly!" - pensa poi comincia a guardarsi intorno con sospetto.
Improvvisamente tutto quel che sembra potrebbe anche non essere.
L'uomo del cocco vende frutti sintetici che una volta nello stomaco rilasciano spore agglomeranti che prima si uniscono e poi risalgono lungo i nervi fino al cervello prendendone il controllo! I tatuaggi sono ipnotici, la granita e' una droga che annulla la volonta', chi va nel bagno e tira la catena scatena un salto quantico e si ritrova sul pianeta Zongo, schiavo nelle miniere di pirite amaranto.
Le sdraio raccolgono campioni di DNA, tutta la sabbia e' in realta' un unico grande essere vivente, i testicoli del bagnino sono due micromondi abitati da miliardi di micro-individui.
Max sta riflettendo sul fatto che il cielo sia solo un ologramma quando si ricorda delle parole di Spinning.
"Il capo ha solo detto che ci sono persone che potrebbe essere alieni, non devo correre troppo con la fantasia" - pensa
In ogni caso anche se mi scappa in quel cesso non entro" - dice a bassa voce
E' in quel momento che si accorge di Jelly
La donna sta dormendo, ad ogni respiro i seni si alzano e si abbassano trattenuti dai sottilissimi laccetti del costume.
A Max viene in mente il festival della Mongolfiera di Boston, poi distoglie lo sguardo e riflette.
"E se Jelly non fosse lei?" - pensa
In fondo puo' partire da li’, con qualche semplice domanda potrebbe capire se la sostituzione e' gia' avvenuta.
Cosi' la sveglia e per farlo decide che non c'e' niente di piu' efficace di un gavettone di acqua gelata.
Come previsto lei si desta e nei tre secondi che seguono riesce a:

Distruggere un canotto a morsi (compresi i remi)
Prendere un ombrellone (aperto) e lanciarlo oltre l'orizzonte
Piegare la sdraio tante volte fino a farla diventare quella di "Barbie ai tropici"
Vetrificare la sabbia circostante con lo sguardo
(continua)

Tags:
 
 
Current Music: Bill Bruford - Never the same way once
 
 
 
claudia: cla - yeahhflorealpolla on August 26th, 2008 06:26 pm (UTC)
Belìn, Jelly spacca!
:D