?

Log in

No account? Create an account
 
 
03 November 2008 @ 03:45 pm
Un giorno speciale  
Il giorno che Mazzambelli cadde dalle scale fu un giorno speciale.
Uno di quei giorni che nessuno avrebbe mai pensato potessero arrivare.
Tutti lo odiavano, dall'uomo della manutenzione caldaie al tecnico che stava nel sottotetto.
Quel giorno li sorprese inciampando.
venne giu' solenne e lento come un albero abbattuto, quando tocco' i gradini fece lo stesso rumore.
Lo sentirono fino a due piani piu' sotto e lo avrebbero sentito anche piu' lontano se le voci non lo avessero coperto.
Erano risate liberatorie, di gratitudine, di soddisfazione.

Mazzambelli steso sui gradini gridava per il dolore ma nessuno faceva nulla.
Chiamate un dottore - diceva
Chiamatelo da te il dottore - gli rispondeva qualcuno
Dottore? Ti ci vuole un falegname - diceva un altro dopo aver osservato la bizzarra posizione di una gamba rotta.
Mazzambelli digrignava i denti e muoveva una mano a scatti
Ho il collo rotto - diceva
Non potete farmi questo - aggiungeva
Guarda che hai fatto tutto da solo - rispondeva un altro
Ti sei inciampato come un idiota e ora non puoi che piangere te stesso.
Se esco vivo di qui vi faro' vedere - disse
La frase suscito' piu' interesse del previsto, dopo un silenzio che duro' qualche secondo si mossero in quattro.
Sollevarono Mazzambelli e incuranti delle sue grida di dolore, lo portarono fin sopra la ringhiera.
Contarono fino a tre, poi lo lanciarono nella tromba delle scale.
Volo' in silenzio fino in fondo spiaccicandosi sulle piastrelle come un uovo.
Non ricordo chi fu il primo a cominciare ma esplose un applauso fragoroso
Arrivo' la polizia richiamata da un vicino
Non pensiate di poter fare i furbi - disse un agente
Se c'e' un morto nessuno esce dall'edificio fino a nuovo ordine - disse un altro
In tre si avvicinarono al cadavere, uno era il medico legale, un altro scattava delle foto.
Allora qualcuno lo conosceva? - chiese l'agente a quelli che aveva intorno
Tutti lo conoscevano qui dentro - rispose una ragazza
Come si chiamava? - chiese
Mazzambelli - rispose
Mazzambelli dite? , Quel Mazzambelli? - aggiunse levandosi il cappello e grattandosi la testa calva
Proprio lui, chi altri?
Ma allora questo... cavolo vi rendete conto, questo qui e' Mazzambelli - disse rivolto ai colleghi
Capo ma noi pensavamo che...
Lo so, anche io ci sono rimasto di sale ma e' cosi', guardate la carta di identita' non lascia dubbi - disse
dopo aver tirato fuori dalla tasca della giacca il portafoglio e aver estratto il documento.
Ma a noi avevano detto che...
Si ma ora non ha piu' importanza - disse, poi rivolto al fotografo: "Senta, mi fa due scatti vicino al corpo?"
Si fecero fotografare tutti a turno, chi da solo, chi in gruppo, chi nell'atto di tirare un calcio al cadavere.
Quando arrivo' la sera piu' d'uno, tornando a casa, compro' dei fiori per la moglie.

Tags:
 
 
Current Location: nella tromba delle scale
Current Music: Mario Biondi - Rio Janeiro Blues
 
 
 
(Anonymous) on November 4th, 2008 10:11 am (UTC)
questa foto sembra rappresentare la spirale aurea...

vernon