?

Log in

No account? Create an account
 
 
11 June 2010 @ 04:34 pm
Asparragus - Melanzano non c'e' piu'  
Melanzano si sveglio' e capi' subito che quello sporco romano non aveva scelto una nave di lusso per il viaggio verso l' Italia. Altro che sdraio e lounge bar, l'avevano appeso a delle catene al soffitto come un salame stagionato dopo averlo percosso e coperto di insulti.
In quella stiva maleodorante divideva la sorte con altri sfortunati.
Il tizio appeso alla sua destra era svenuto, quello a sinistra era con tutta probabilita' morto, un topo grande come un tasso gli stava rosicchiando le dita dei piedi.
Sarebbe riuscito ad arrivare a destinazione? E la sua adorata zucchina dove era in quel momento?
Scaccio' il pensiero in cui lei era la portata principale di un banchetto romano e cerco' di pregare gli dei perche' gli concedessero la forza di vivere.
Uccidili tutti! - gli aveva sussurrato in un orecchio lei un attimo prima di venire separati... lo avrebbe fatto a costo di rimanere l'ultimo uomo sulla terra e dare poi spunto a qualche film di retro-fantascienza.
Dopo alcuni giorni di viaggio a cui Melanzano sopravvisse solo grazie alla sua robusta fibra (e alla presenza di sali minerali, tra i quali spicca il potassio), arrivarono al porto di Capua.
Il nostro prode verzuro venne slegato, fatto scendere dall'imbarcazione e messo dentro una cassetta sul palco del mercato degli schiavi.
Frastornato sentiva un forte vociare tutto intorno, era stato tanti giorni al buio che gli occhi gli dolevano per luce del sole, senti' un pizzicotto su una natica.
"Eh no signora, la merce non si tocca!" - disse il banditore, poi cominciarono le offerte.
"Chi vuole questo fiero prodotto dell'orto? Guardate che braccia forti, che sguardo fiero, signori a chi se lo compra regalo un tappettino antistatico per la biga, un alberello magico per la cloaca e un sacchetto di anacardi imburrati..."
Le offerte arrivarono improvvise come la pioggia che risparmiava la cittadina da troppo tempo.
"Offro 25 sesterzi!" - disse una voce
"Io 30!" - disse Solitarius, un tipo con i capelli unti come il fondo di una friggitrice del Mac Donald.
"Se ci aggiungi anche i sapori e qualche mela, Melanzano lo prendo io per il mio Ludicus!" - disse un tipo magro che indossava una toga bianca fermata sulla spalla da una elaborata spilla.
"Signori, il nobile Battiato, gia' cantautore, filosofo e padrone del Ludicus ha parlato! Quale sarebbe l'offerta?"
"Cento sesterzi!"
"Stai sterzando?" - disse Solitarius
"Non sterzo affatto, vado bello dritto per la mia strada e tu verme non puoi certo permetterti uno schiavo come quello!" - disse Battiato
"Se eri furbo sventolavi sul ponte bandiera bianca ma vorra' dire che presto sara' fatto a pezzi dai miei gladiatori!" - disse e spari' tra la folla.
Cosi' Melanzano fu comprato e prima di dire cippalippa fu gettato nella prigione in attesa di combattere.
A quei tempi per vedere se si era fatto un buon acquisto lo si buttava subito nell'arena, se sopravviveva valeva la pena accoglierlo nel Ludiculus e addestrarlo se moriva... moriva.

Cosi' Melanzano se ne stava seduto nella polvere della buia prigione, sentiva sopra di lui il boato della folla.
Tutti gli spettatori incitavano i gladiatori e facevano il tifo. Non fece tempo a capire se erano per la Roma o per la Lazio che arrivo' un legionario che lo libero' dalle catene, gli mise in mano una corta daga arrugginita e con un calcio nelle chiappe lo spedi' alla luce del sole, sulla sabbia dell'arena, tra gli scherni del pubblico.
"Popolo di Capua!" - disse lo speaker
"Abbiamo qui un barbaro del popolo della Verzura, adesso gli faremo affrontare non uno, non due, ma tre gladiatori e contemporaneamente!
Lo so, penserete che sia uno scontro impari ma mi hanno detto che quest'uomo usa certe parolacce che sara' uno scontro pari. Forza, che si cominci il combattimento!" - concluse
Il povero Melanzano non si era ancora reso conto di dove fosse che gia' un gladiatore lo aveva imprigionato nella sua rete, un altro lo aveva colpito con un forcone e il terzo gli stava facendo pipi' su una gamba.
"Per il sacro sedano e per la valle degli orti, questi mi stanno uccidendo! - penso'
Poi gli cadde' l'occhio sull'elastico da basilico che gli stringeva il polso e alla mente gli vennero le parole della sua amata. All'improvviso non udi' piu' la folla e comincio' a vedere i tre gladiatori al rallentatore.
"Uccidili tutti!" - diceva la voce di Zucchina
"Spargi il loro succo sulla sabbia!" - aggiungeva
"Poi quando hai finito lavati che senno' ti vengono le malattie!" - ancora
E melanzano ubbidi'.

Siccome la scena e' poco adatta perfino ad un pubblico adulto, sono costretto a togliere il video e lasciare solo l'audio:
TRAFIGG, TRAPASS, SBUDELL, RECID, MOZZ, SQUART, SPRUZZ, FERIT, SFREG, DECAPIT, ACCANISC, INFILZ, CAVOCCH, SPAKKBRACC, EVIR, SOLLETICHIN
Dopo il combattimento solo Melanzano rimaneva in piedi, la folla era inferocita perche' tre dei loro beniamini erano stati uccisi da quel barbaro sconosciuto, cominciarono ad insultarlo, a lanciare verdura e fu cosi' che Melanzano ritrovo' sua zia e un lontano cugino che non vedeva da tempo.
Ma il piu' felice di tutti era Battiato che pensava di non aver mai speso cosi' bene i sesterzi.
Se quell'uomo era riuscito da solo a battere tre gladiatori addestrati sarebbe potuto diventare un vero campione.
Prima pero' doveva trovargli un nome piu' adatto e lasciarlo sotto le forbici del barbiere.
"Stai meglio con i capelli corti sai?" - disse poi Battiato mentre melanzano stava al suo cospetto.
"Risaltano i tuoi occhi verdi e poi pensavo di cambiarti nome, Melanzano e' ridicolo non trovi?"
"Ma nella nostra lingua significa: "colui che prende botte per dodici episodi e alla fine compie la sua vendetta versando piu' sangue che il giorno della tonnara di San Felice" - disse Melanzano
"Il significato non sarebbe male ma tu hai bisogno di un nome latino, cosi' la gente..."
"Si mettera' a ballare la salsa e il merengue?"
"No ti acclamera' come uno di loro, un campione, un fratello... il tuo nome sara' sulla bocca di tutti, le donne impazziranno gli uomini moriranno di invidia... oggi caro mio, muore Melanzano e nasce: ASPARRAGUS!"
"Ma se divento bravo bravo poi mi prometti che mi fai ritrovare la mia Zucchina?" - disse
"Vediamo ma devi portarmi una pagella bellissima!" - rispose Battiato.
continua
 
 
Current Location: A Capua
Current Music: ...
 
 
 
claudia: amy - uhm?florealpolla on June 12th, 2010 09:36 am (UTC)
...se Melanzano significa: "colui che prende botte per dodici episodi e alla fine compie la sua vendetta versando piu' sangue che il giorno della tonnara di San Felice", ho paura di scoprire cosa significa Zucchina...
^^;;;;;