?

Log in

No account? Create an account
 
 
04 October 2011 @ 02:19 pm
Metodi moderni  
Nel suo libro: "L'arte di passare inosservati" Elgar Marble elargisce preziosi consigli per tutti quelli che non amano il prossimo.
Possiamo definirlo un libro in controtendenza, nel mondo dove tutti si dichiarano bisognosi di affetto e di contatti, egli, dati alla mano, dichiara quanto sia difficile poter stare, alla bisogna, per conto proprio.
Un breve estratto: [..] L'uomo nasce solo e pur facendo parte di una societa' e di gruppi elettivi ha questo bisogno di tornare alla nascita
dove il suo stesso vagito era l'unico rumore che percepiva. Nelle mattine (che metaforicamente si possono considerare rinascite in successione), questo desiderio e' piu' manifesto.
La poca voglia di dialogo, di contatto oculare, di presenza fisica sono segni che confermano la teoria.
Di contro, il desiderio di silenzio, di immergersi nell'ascolto di musica o tra le pagine di un libro, mostrano quanto ogni singola persona abbia bisogno di spazi personali.

Dunque l'esimio ci dice che al mattino e' normale sentirsi degli orsi, e' una semplice dimostrazione del nostro bisogno di star soli.
Ora, come ci si puo' riuscire?
In un mondo dove gli spazi son sempre meno e il prossimo e' sempre piu' vicino i suoi preziosi consigli sono indispensabili.

a) Prendere gusto al disgusto
Un buon metodo consiste nel sottoporsi a docce sempre piu' rade.
Oltre al non trascurabile risparmio idrico, si riesce a suscitare (specialmente nei nasini fini) una ripugnanza che li spinge ad allontanarsi.
Se tenete all'igiene e quanto sopra e' un prezzo troppo alto da pagare, e' possibile ottenere buoni risultati mischiando alcune boccette di
profumo.
Un dopobarba alla felce arricchito con aroma di sandalo, agrumi, vetiver, patchouli e rosa canina puo' risultare molesto tanto quanto.
L'autore si raccomanda di esagerare con le dosi (tipo versatevene un secchio in testa prima di uscir di casa).

b) Sguardo di Marmo
Ricordate che prima di ogni dialogo l'uomo cerca il contatto oculare.
Spesso scambiare uno sguardo e' come regalare al prossimo le chiavi della citta' e questo e' assolutamente da evitare.
Sguardo rasoterra, espressione vaga, occhi strabici, benda corsara, occhiali da sole, sono ottimi stratagemmi per innalzare una barriera in grado di fermare i piu'.

c) Antipatia diffusa
La persona antipatica viene isolata, dobbiamo riuscire ad arrivare a tanto anche se siamo dei benevoli buontemponi, spiritosi, gentili e aperti al mondo.
Per cominciare buttiamo li' commenti non richiesti. Intrufoliamoci nei discorsi degli sconosciuti, pronunciamo ad alta voce frasi fatte,
lamentiamoci di tutto e tutti utilizzando variopinte parolacce.
Presto nessuno ci vorra' piu' avere vicino a quel punto possiamo rimanere in beato silenzio

d) Gesti scabrosi
Le convenzioni che tutti rispettiamo, impongono atteggiamenti da osservare in pubblico.
Aspetto decoroso, modi educati e comportamento consono alla situazione fanno di noi un essere degno di stare con gli altri.
Il nostro obbiettivo e' venire scacciati dal branco percio' un metodo efficace e' quello di disgustare il prossimo.
Succhiare rumorosamente da una cannuccia, sputare il nocciolo dell'oliva servendosi della stessa, infilare le dita nel naso e poi porgere la mano, alzare la gamba per lasciar terreno libero ad una scureggia, starnutire e asciugarsi poi il naso nella cravatta, sono piccoli gesti dal grande potere.

Pitagora diceva che l'inizio della saggezza e' il silenzio. (clap clap con guanti felpati).
Tags:
 
 
Current Location: qui e la'
Current Music: ....