?

Log in

No account? Create an account
 
 
20 January 2012 @ 05:08 pm
Ponente On the Road  
Ogni tanto l'animo "alpino" lascia il posto a quello "On the road".
La mia cara Liguria che secoli di erosione e torte di riso hanno trasformato in quella che è,fa le bizze quando si tratta di lasciarsi carezzare con i tacchetti delle ruote proprio sopra i monti.
Quelle vette che paiono altissime in paragone al vicino mare sono spesso sfide ardite e moniti così efficaci che il ciclista spesso le percorre solo con lo sguardo per poi scegliere la riviera. Ampia scelta di riviere quella ligure: c'è quella di Levante e quella di Ponente, ecco un ricchissimo reportage fotografico del giro odierno.
Ore 8, manubrio verso la France, Ipod con brani random nelle uegie e via!

Tanto per cominciare un faro, così per sciancare con i calendari nordici, ciabbiamo dei fari noialtri, belin, così belli che sarebbe da augurarsi di essere in barca durante una tempesta solo per poterli usare.



Proseguiamo e per sciancare anche con l'America On the Road, basta arrivare a Vado che ti becchi certe utilitarie che guai, mia un pò che belessa!



Il viaggio prosegue, volevo fermarmi a mangiare in questo locale ma era chiuso (Apre solo dal tramonto all'alba e non aggiungo altro).



Qualche centinaio di pedalate più in là eccomi giunto davanti alla maestosa e misteriosa bellezza dell'isola di Bergeggi.
Chissà quanti tesori sono stati sepolti tra i suoi sassi e non aspettano che qualche ardimentoso con una pala.
Mio cugino la raggiunse a nuoto qualche anno fa, nonostante sia un "fero" nuota benissimo.



Liguria, terra aspra e perigliosa. Quando Dio la creò decise che solo i Liguri la potessero abitare.
Per rendere possibile ciò fece loro due doni: la ricetta della torta di riso e il mugugno.
Il ligure si lamenta, sempre, di tutto e di tutti, però appena chiude la bocca, scrolla le spalle e sopporta tutto con una pazienza infinita.
Ad esempio, le frane.
Ciabbiamo le frane, tante, dicevo del territorio duro no? Ecco, è anche franoso.
Ma mica che stiamo lì a farci mangiare il belino dalle mosche, come si dice...
abbiamo messo dei cartelli, dei semafori, se c'è la luce rossa stai fermo che c'è una frana,
quando si spegne puoi passare.



Proseguendo potete imbattervi in picchi invalicabili che hanno deciso di fermarsi in riva al
mare per prendere il sole. Bianchi, inespugnabili, fieri e ricchi di vegetazione (vabbè un pò d'erba c'è) sono dotati di ripide pareti adatte alla produzione continua di frane.



Il mare di inverno ripulito da ogni presenza umana si mostra così come era mille anni fa. La baia dei Saraceni a Varigotti è un luogo incantato e c'è pure un casino di parcheggio.



Osservate questa insegna, mirate il gusto neo classico che si mischia soavemente con un mercoledì da leoni. E' come se nel partenone ci fosse un concerto dei Beach Boys.



Infine in nessun'altra parte del mondo ci sono i circoli di pescatori con il muro liberatorio.
Un luogo decorato negli anni dove tutti, utilizzando i più svariati mezzi, esprimono i loro pensieri.



Ecco, vi ho fatto venire la voglia di visitare la riviera ligure di Ponente?
Fate presto e potrebbe anche essere che troviate ancora della torta di riso (non garantisco però).
Prosit
Tags: ,
 
 
Current Location: Ponente
Current Music: Random
 
 
 
claudia: cat - evil laughflorealpolla on January 20th, 2012 05:34 pm (UTC)
A me mi hai fatto venire voglia, belin.
Bellissima l'ultima foto.. dove l'hai scattata?

E la trattoria ci potremmo anche fare un salto, magari ci incontriamo Machete e Tarantino che ne fan una delle loro.. XD
bustonebustone on January 20th, 2012 06:54 pm (UTC)
A Vado Ligure
Saracrazyringlets on January 20th, 2012 09:06 pm (UTC)
Ah, la vostra regione è stupenda! Spero di tornarci presto! Bellissimo post e bellissime foto!
bustonebustone on February 16th, 2012 10:17 am (UTC)
Grazie!!! Sei la benvenuta naturalmente ;-))
I. BOSCOsottobosco on January 21st, 2012 02:17 pm (UTC)
Bellissimo reportage ^^