?

Log in

No account? Create an account
 
 
26 May 2014 @ 01:58 pm
Minami'  
Il lunedi' era il giorno nel quale temperava le matite.
Odiava tirarle fuori dal portapenne e trovarle con la punta non perfettamente appuntita perche' sarebbe stato come se fosse scoppiato un incendio e avesse trovato l'estintore vuoto.
Le matite dovevano essere pronte e ritte come soldati sull'attenti.
Con quelle prendeva appunti, note al margine dei documenti e disegnava scarabocchi.
Spesso non le utilizzava per la funzione per la quale erano state inventate perche' il passarle da una mano all'altra o il farle rotolare sul palmo gli donava serenita' e quando le portava sotto il naso per sentirne l'odore viaggiava indietro nel tempo, alla prima volta che aveva tenuto in mano una matita e aveva tracciato delle aste sghembe su un quaderno.
Ricorda quando in classe si alzava per andare a temperare la matita sopra il cestino che stava nell' angolo vicino alla lavagna.
Occorreva chiedere permesso per andare in bagno ma per rendere la matita acuminata non ce n'era alcun bisogno.
L'intera faccenda veniva sbrigata con ostentata lentezza come se quell'esclusivo momento, quel tempo dove lui era l'unico all'inpiedi, si potesse degustare a piccoli sorsi.
La matita andava temperata con cura, se riusciva a completare l'operazione senza rompere il ricciolo di legno gli sarebbe successo qualcosa di bello, se invece interrompeva quel nastro colorato o ancora peggio era la mina a spaccarsi e rimanere incastrata nel temperino, era di cattivo auspicio.
Un giorno arrivo' in classe Marco Pondoli che aveva nell'astuccio una matita "Minami'.
Quel ritrovato della tecnica prometteva punte sempre perfette e un agile ricambio.
Bastava levare la punta rotta, spingerla dentro il retro per vedere apparire una punta nuova.
Questo grande spreco di plastica non solo era anti-ecologico ma voleva porre fine al temperino.
Nel suo astuccio c'era posto per la colla Pritt, per la penna a quattro colori, per la corvina, la Cymbacopy e la parker della prima comunione, per due matite HB gialle con la gomma rossa e un meraviglioso temperino che poteva temperare anche i pastelli.
MAI ci sarebbe entrata quella schifezza di plastica.
PS le punte della Minami' venivano bene per essere sparate con la cerbottana.
Prosit
minami
Tags: ,