?

Log in

No account? Create an account
 
 
02 January 2017 @ 09:33 am
La velocità del tempo  
Il tempo è relatvo, questa certezza che ha ampie spiegazioni scientifiche, non è percepita finchè non ci accoltella in mezzo alle scapole come un subdolo manigoldo. Queste due parole vicine hanno un suono meraviglioso che mi fa pensare ad una persona fisica e seppur il tempo di fisico ha ben poco (che di lui percepiamo gli effetti sulla materia) ecco servito casualmente un nome per il tempo che d'ora in avanti chiamerò appunto "Il subdolo manigoldo".
In questa mia voglio scrivere della sua velocità e più in particolare scovare modi per rallentarlo, dite che è possibile?
Dunque è risaputo che il tempo "Passa veloce quando ci si diverte" dunque per rallentarlo basterebbe svolgere attività noiose ma qui il subdolo prepara il coltello perchè sa benissimo che nessuno vuol annoiarsi. A noi la scelta, divertirci per un tempo che percepiamo breve o annoiarci per un tempo che ci pare infinito? Lo scopo di questa mia è trovare del tempo buono che ci dia soddisfazione in termini di velocità perciò scarto subito la possibilità noiosa.
Spesso la percezione del tempo che passa è aiutata dagli strumenti inventati per misurarlo. "Sono già le sei? E' già passata mezz'ora? Non mi dire che questi sono i rintocchi del mezzogiorno!" Gli orologi (subdolamente) ci trasformano tutti in tanti Capitan Uncino e ci portano a vivere temendo il tic tac della sveglia ingoiata dal coccodrillo.
Temiamo il giorno in cui la sveglia perderà la sua carica, le lancette smetteranno di girare e il coccodrillo potrà avvicinarsi e finire il pasto che aveva cominciato tempo prima. Una metafora fin troppo esplicita ma che serve per affermare con certezza che gli orologi tendono ad aumentare la nostra sensazione del tempo che passa dunque non portar queste manette al polso è il primo passo verso una frenata temporale, (se si arriva tardi in ufficio è un effetto collaterale di poco conto e tanto poi ci potremo fermare dopo l'orario consueto trascorrendo momenti noiosi in cui il tempo non passa mai).
Ora bisogna scovare attività piacevoli in cui il tempo scorre il giusto (per ognuno la percezione è diversa).
Leggere: un'ora di lettura è un' ora piena in cui il tempo fa quel che deve. Se la lettura è però necessaria all'apprendimento il tempo accelera in modo proporzionale alla distanza dall'esame.
Ascoltare musica classica: questa dura il tempo che deve,  ubbidisce ad una precisa trama temporale e dichiara con precisione quando il tempo passa. Ci sono un infinità di tempi diversi divisi in tempi "Lenti" e " Veloci". Troviamo agli estremi il "Larghissimo" (che viene definito come "estremamente lento") e il Prestissimo (definito come "quanto più veloce possibile"). Nel mezzo è tutto un fiore di allegretti, veloci, calanti e rallentati.
Vogliamo dunque trascorrere un'ora che sia tale? Sediamoci sul divano dopo aver messo su un disco di musica classica e sincronizziamo il nostro respiro al ritmo che esce dai diffusori.
D'accordo, non sono metodi che ancora rallentano il tempo ma per questo post mi accontento.
Sono sicuro che ci sono altre possibilità, il tempo non può essere fermato  ma la percezione della sua velocità si.
Prosit